Napoli, ‘Giocattolo sospeso’: gesto di altruismo e solidarietà per i bimbi meno fortunati

napoli giocattolo sospeso
Napoli, ‘Giocattolo sospeso’: gesto di altruismo e solidarietà per i bimbi meno fortunati

Riparte a Napoli il ‘Giocattolo sospeso’, l’iniziativa di solidarietà e altruismo verso i bimbi più bisognosi. Donare un libro o un giocattolo, per rallegrare anche il Natale di quei bimbi che in questo momento vivono in difficoltà. L’iniziativa è promossa dal comune di Napoli e dagli Assessorati alle politiche giovanili.

Napoli torna il ‘Giocattolo sospeso’ per rallegrare i bimbi in difficoltà

Il Natale è una delle feste più attese dell’anno, soprattutto dai bimbi, che con le loro letterine chiedono regali a Babbo Natale. Purtroppo non tutte le famiglie possono accontentare le richieste e permettersi di regalare un gioco ai propri bambini. Quest’anno, molto particolare a causa del Covid, molte famiglie sono in ginocchio dagli effetti procurati dalla pandemia. Ed è per questo che il Comune di Napoli per dare la possibilità ai bambini più bisognosi di passare un Natale sereno e con gioia ha riconfermato anche per quest’anno l’iniziativa ‘Giocattolo sospeso’.

Tramite l’iniziativa solidale è possibile con un piccolo gesto di solidarietà e altruismo, regalare un libro o un gioco e rallegrare il Natale o l’epifania di bimbi e bambine meno fortunati. Chiunque può acquistare, spendendo a proprio piacimento, un giocattolo, sia nei negozi e librerie che aderiscono, oppure online, tramite il sito dedicato.

Come detto sopra l’iniziativa è sostenuta dagli Assessorati dei giovani, capeggiati da Chiara Marciani e Luca Trapanese. La Marciani spiega, che: “In un anno difficile come quello che sta per terminare, iniziative come il “Giocattolo sospeso” assumono un’importanza maggiore rispetto al passato. La complessità del momento ha aumentato drasticamente il numero di famiglie in difficoltà e anche un gesto semplice come un regalo di Natale può accendere un sorriso in più e donare un momento di serenità ai bambini e ai ragazzi che vivono situazioni difficili. Partecipare è davvero semplice, mettere un regalo in più sotto l’albero di un bimbo o di una bimba in difficoltà è prima di tutto un grande regalo per tutti noi”.

Come lasciare il giocattolo ‘sospeso’

Grazie ai negozianti di giocattoli e alle librerie, si raccoglieranno le donazioni che poi provvederanno a far ritirare il giocattolo ‘sospeso’, che verrà poi consegnato ai destinatari tramite il coordinamento del Comune. Inoltre c’è la possibilità di donare anche attraverso la piattaforma, www.unpaniereperte.it. Di seguito la lista dei negozianti, che aderiscono al progetto e, che esporranno all’interno della loro attività, la locandina dell’iniziativa.

Arcobalocchi giocattoli, Via P. Del Torto, Baby Bendrew, Via M. Kerbaker, Bibi Libreria dei ragazzi, Via Duomo. Poi, Cartolibreria Giorgio Lieto Viale Augusto, Casa mia in Via Cilea, Città del sole sito in Via Chiaia, Giochi in legno che si trova in Via Montesanto e ancora, La Girandola in Via E. Nicolardi.

In Via Toledo, la Girandola e anche Leonetti Giocattoli, mentre in via Nuova Poggioreale, la Libreria Mancini, infine Natullo Toys, in Via A. Ranieri

Di Camilla

Salve sono Camilla, mi piacciono molto le belle storie e i buoni film. Amo molto viaggiare e veder posti nuovi e lontani. Da piccola, fantasticavo molto, inventavo e scrivevo racconti, che finivano sempre a lieto fine. Poi crescendo ho fatto di ogni nuovo interesse, una passione. Le passioni sono importanti per me, sono il motore della vita. Senza di esse la nostra esistenza è piatta. Sono una continua scoperta anche per me stessa, tanto che alcune volte ne rimango meravigliata.