Agevolazioni fiscali previste per la legge 104: dal meccanico al bollo auto

Grazie alla Legge 104 si può aver accesso a molte agevolazioni fiscali. La gamma è piuttosto ampia, tanto che non tutti conoscono gli aiuti che si possono ottenere. Ad esempio le agevolazioni sul bollo auto e sulle riparazioni del veicolo non solo per gli automobilisti portatori di disabilità, ma anche per i loro familiari considerati caregiver.

Agevolazioni fiscali previste per la legge 104: dal meccanico al bollo auto

Anche portare l’auto dal meccanico comporta la possibilità di ottenere uno sconto sulla riparazione grazie alla Legge 104 con handicap grave (art. 3 comma 3). Anche se non si può recuperare totalmente l’importo speso, la legge ci consente di rientrare comunque di una parte della cifra. Infatti, è prevista una detrazione di imposta pari al 19% della spesa che abbiamo sostenuto, e che può essere inserita nella dichiarazione dei redditi. In questo modo andremo a pagare meno tasse. In alternativa, l’Agenzia delle Entrate potrà fornire un rimborso fiscale parziale.

La detrazione può essere fissata su un importo massimo di spesa pari a 18.075,99 euro. C’è però una condizione fondamentale da rispettare. La riparazione deve essere effettuata entro e non oltre quattro anni dalla data in cui abbiamo acquistato il veicolo. Questo è indipendente dal fatto che il veicolo sia nuovo o usato. Inoltre, è necessario per ottenere la detrazione, che le riparazioni non riguardino la manutenzione ordinaria.

>>>Invalidità civile: INPS cambia e dice stop all’assegno se si lavora

Esenzione bollo auto, come ottenerlo

Grazie alla Legge 104 i soggetti esenti possono avere anche altre agevolazioni. Parliamo dell’esenzione dal bollo auto, ma anche della detrazione del 19% sulla spesa di acquisto di una nuova auto. A questo si aggiunge il pagamento d’IVA al 4% per l’acquisto di un veicolo e l’esonero dal pagamento dell’imposta relativa alla trascrizione dei passaggi di proprietà. Comunque, tali benefici sono riferiti solo ad alcune tipologie di auto.

>>>Bollo auto gratis: possibile solo per alcune categorie di veicoli

L’esenzione del bollo auto si può ottenere per le auto intestate ai disabili o i familiari che hanno il disabile a carico fiscalmente. Inoltre, le auto devono rispettare il limite di 2.000 centimetri cubici per auto con propulsore a benzina e 2.800 centimetri cubici per quelle diesel o ibrido. Per tutti gli altri modelli ci si può comunque rivolgere ad alcune compagnie assicurative che prevedono sconti rivolti in modo speciale ai portatori di handicap.

Il familiare è considerato fiscalmente a carico, quando è presente nel nucleo del familiare che provvede al suo mantenimento ed ha un reddito annuale lordo inferiore o pari a 2.840,51 euro. Per i disabili inferiore a 24 anni, il limite di reddito annuale lordo, per essere considerati a carico fiscalmente, è di 4.000 euro. Nel caso il disabile supera il limite di reddito annuale, l’auto deve essere intestata necessariamente al disabile.