Modello RdC com Au, guida alla compilazione per non perdere i soldi dell’Assegno Unico Universale

Siamo pronti per fornire le indicazioni sulla compilazione del Modello Rdc com Au necessario per ottenere l’erogazione dell’Assegno Unico Universale con il Reddito di Cittadinanza.

L’INPS ha pubblicato il modulo che permetterà di non perdere i soldi dell’Assegno Unico erogato con la ricarica mensile del Reddito di Cittadinanza.

modello Rdc
Adobe Stock

Dallo scorso marzo le famiglie con figli a carico ricevono l’Assegno Unico Universale, una misura che unisce diversi bonus e gli assegni familiari ed eroga da 50 a 175 euro in base all’ISEE. Per poter ottenere il versamento mensile è stato necessario inoltrare domanda e, nonostante alcune problematiche di diversa natura, milioni di famiglie hanno cominciato a ricevere l’importo spettante. L’Assegno spetta anche ai percettori del Reddito di Cittadinanza. La buona notizia è che non occorre procedere con l’invio della richiesta perché la misura verrà erogata in automatico con la ricarica mensile dell’RdC. Per quale motivo, allora, tante famiglie lamentano di non aver ancora ricevuto l’Assegno Unico? I motivi sono svariati ma la soluzione è una, il modello Rdc com Au.

Modello Rdc com Au, a cosa serve

Il Modello Rdc com Au serve ai percettori del Reddito di Cittadinanza per sbloccare una situazione di stallo in relazione all’erogazione dell’Assegno Universale. In caso di errori oppure omissione di informazioni necessarie all’INPS per procedere con il versamento automatico, la pratica verrebbe bloccata fino a che il titolare di RdC non procederà con l’invio dei dati. Per farlo dovrà compilare il Modello Rdc com Au dichiarando una delle condizioni previste.

La prima è la presenza nel nucleo familiare di un figlio a carico maggiorenne minore di 21 anni che frequenta un corso di formazione scolastica, l’università o un corso di formazione professionale. La seconda dichiarazione è la presenza di un figlio sotto i 21 anni a carico che svolge un’attività di tirocinio oppure un’attività lavorativa con reddito personale inferiore a 8 mila euro. La terza dichiarazione riguarda la presenza nel nucleo di un figlio maggiorenne a carico sotto i 21 anni disoccupato e in cerca di un’occupazione (è richiesta l’iscrizione al Centro per l’Impiego).

Altre dichiarazioni per sbloccare la pratica

Il modello Rdc com Au serve, poi, per dichiarare la presenza nel nucleo di un figlio sotto i 21 anni che svolge il servizio civile universale, di una madre di età inferiore ai 21 anni non valorizzata adeguatamente nella DSU o di un figlio minore di 21 anni non valorizzato correttamente nella DSU. Serve, inoltre per indicare gli esercenti della patria potestà genitoriale in seguito ad una separazione, un divorzio o di genitori naturali non conviventi e per provare l’affidamento di uno o più figli minori.

Il Modello deve essere compilato, poi, per ottenere le maggiorazioni previste per i genitori entrambi titolari di reddito da lavoro e per ISEE inferiore a 25 mila euro con un componente percettore degli assegni familiari nel 2021.

Come procedere con la compilazione

Per scaricare il modello sarà necessario accedere al portale dell’INPS ed entrare nella sezione Reddito di Cittadinanza (servono le credenziali digitali) per iniziare la procedura. Occorrerà inserire i dati anagrafici del richiedente, il codice fiscale dei figli a carico, il ruolo del richiedente, indicare la presenza di un altro genitore inserendo eventualmente il codice fiscale, controllare le informazioni indicate per poi cliccare “annulla” in caso di errori oppure su “ok” per inviare il modello che non potrà più essere modificato.

In caso di dubbi o difficoltà è consigliabile rivolgersi ai Caf o ai patronati che offrono gratuitamente il servizio di compilazione del Modello Rdc com Au.