SPID gratis per i dipendenti pubblici: l’identità digitale in pochi click, bisogna affrettarsi mancano pochi giorni

SPID gratis per tutti i dipendenti pubblici, questo è l’obiettivo del Dipartimento della Funzione Pubblica. Vediamo come verrà realizzato.

Ottenere l’identità digitale gratis accedendo ad una piattaforma dedicata, ecco il futuro dei dipendenti pubblici. Scopriamo come funzionerà il sistema.

SPID gratis dipendenti pubblici
Adobe Stock

L‘identità SPID sta diventando un punto fermo delle vite di tutti noi. Ottenere il Sistema Pubblico di Identità Digitale, infatti, è l’unico modo per poter utilizzare diversi servizi online della Pubblica Amministrazione. Grazie allo SPID è possibile accedere al portale dell’INPS e gestire stipendio e pensione nonché la richiesta di bonus e agevolazioni.

Lo SPID serve per sfruttare i servizi dell’Agenzia delle Entrate oppure per valersi del sistema PagoPa. Rimanere senza identità digitale significherebbe rimanere fuori dal futuro e, in parte, anche dal presente. Il desiderio del Dipartimento della Funzione Pubblica è che tutti i dipendenti pubblici si dotino di SPID e al tal fine ha deciso di consentire la richiesta gratis. Lo scorso 19 maggio è stato pubblicato un avviso volto ad informare i gestori di identità SPID di fornire il servizio a titolo gratuito.

SPID Gratis, come funziona

I gestori di identità SPID accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale dovranno permettere ai dipendenti pubblici di ottenere l’identità digitale gratis. Le piattaforme a cui sarà possibile rivolgersi per non pagare il servizio sono Aruba, Infocert, Intesa, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Register, Sielte e TIM.

La proposta avanzata dai gestori dovrà contenete alcune indicazioni. Il riferimento è alle modalità previste per l’identificazione del richiedente, agli strumenti per il monitoraggio delle adesioni al servizio e per il report stilato per il Dipartimento e al termine ultimo entro cui si definisce come raggiunto l’obiettivo di erogazione delle identità digitali. I gestori interessati dovranno attivarsi per inviare la richiesta entro il 31 maggio dato che il Dipartimento ha stabilito la chiusura dopo dodici giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso.

Quando è prevista la disponibilità dell’identità digitale

Sono 3,2 milioni i dipendenti pubblici che rappresentano la platea dei destinatari della decisione presa dal Dipartimento della Funzione Pubblica. In molti avranno già richiesto lo SPID in autonomia ma un elevato numero di cittadini deve ancora procedere in tal senso. Ora c’è l’opportunità di ottenere l’identità digitale gratis ma non è ancora nota la data di inizio della disponibilità del servizio. Si ipotizza entro la fine del 2022. I dipendenti pubblici potranno richiedere lo SPID accendendo alla piattaforma del gestore scelto – Poste Italiane è al momento l’operatore preferito dagli italiani – ma occorrerà attendere per conoscere ulteriori dettagli.

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia