Il giro del mondo gratis (o quasi): ecco 5 modi per viaggiare senza spendere una fortuna

Esistono modi per viaggiare senza spendere soldi? Incredibilmente, la risposta è sì. Ecco come godersi il mondo (quasi) gratis.

Viaggiare è una delle esperienze più belle della vita. La nostra epoca è anche caratterizzata dal fatto che possiamo spostarci molto velocemente. Come rinunciare, dunque, a esplorare il mondo? Il fatto è che, purtroppo, viaggiare costa molto. Mezzi di trasporto, alloggi, tasse, ma anche documenti e burocrazie.

modi per viaggiare senza spendere
Adobe Stock

Ma non tutto è perduto. Esistono svariati modi di spostarsi da un Paese all’altro anche senza spendere una fortuna. E non esageriamo se affermiamo che viaggiare completamente gratis è possibile. In alcuni casi ci si avvicina davvero tanto. Vediamo quali sono le opportunità da sfruttare e i modi “furbi” consigliati da chi l’ha fatto.

5 modi per viaggiare senza spendere (quasi) niente

Esistono molti modi per girare il mondo anche senza essere “ricchi”. Basta uscire fuori agli stereotipi, accendere la creatività e aprire la mente. Oltre a viaggiare senza soldi, se ne guadagna in esperienza di vita. E quella sì, che è impagabile. Pensiamo ad esempio all’attività di volontariato.

Esistono tantissime associazioni, anche di rilievo internazionale, a cui iscriversi. Certo servono dei requisiti e tanta voglia di fare. Ma fare il volontario può portare a viaggi in tutto il mondo, “spesati” dall’associazione stessa. Magari non si riceve la “paga” per l’operato, ma si ha la possibilità di andare anche molto lontano.

Un altro modo per conoscere posti nuovi è quello di cercare lavoro presso strutture turistiche. Spesso offrono vitto e alloggio oltre alla paga. Non è una vacanza, ovvio, ma si possono vivere appieno gli usi e i costumi del luogo prescelto. Entrare nel vivo della comunità. E conoscere persone che, magari, ci porteranno in altri luoghi ancora.

Esiste poi, sempre nell’ambito degli alloggi, il “couchsurfing”. Tradotto letteralmente, questo termine significa “divano” e “fare surf”. Ma cosa potranno mai significare questi due concetti messi insieme? Il couchsurfing è una filosofia di vita. D’accordo, è anche il nome di siti internet che si occupano proprio di questo.

In pratica, una immensa community di persone offre il “divano gratis” ai viaggiatori. Gli ospiti garantiscono alloggio, e il viaggiatore può risparmiare tantissimo. Ma il bello è che anche in questo modo si entra a contatto più profondo con le persone, le abitudini, le bellezze dei luoghi. E soprattutto, i milioni di ragazzi che hanno provato questa esperienza hanno anche stretto amicizie profonde e sincere.

Il lavoro come “fil rouge” del viaggiare gratis

Tra i modi per viaggiare senza dilapidare i risparmi, troviamo ovviamente le forme di lavoro. Viene subito in mente il fenomeno che sta caratterizzando questa epoca storica, ovvero i “nomadi digitali”. Chi ha la fortuna di lavorare da remoto, può farlo praticamente da qualsiasi luogo. quindi perché non rifugiarsi in un Paese – magari selvaggio – e spostarsi ogni volta che si vuole? Molti lo fanno, e assicurano che rappresenti la massima realizzazione.

D’altro canto non siamo tutti uguali. Chi ama il lavoro “manuale” invece che digitale, può sfruttare l’ampia richiesta, in ogni parte del mondo. Famose sono le fattorie in Australia, che offrono svariati tipi di lavoro nei campi, a contatto con una Natura selvaggia e meravigliosa.

Ma anche essere pagati per viaggiare non è una cattiva idea. Prima della pandemia, uno dei lavori più ambiti dai giovani era quello del “travel blogger”. Naturalmente non tutti possono farlo “alla leggera” perché servono vere competenze. Ma chi conosce bene le lingue e ha predisposizione alla comunicazione, può trovare tante aziende che pagano per essere sponsorizzate. E il fortunato “lavoratore” realizza il sogno di viaggiare gratis in giro per il mondo.