Come installare un impianto d’allarme wi-fi (e low cost) in 5 mosse

Se vuoi proteggere i tuoi beni e gli oggetti a cui sei più legato, considera di installare un impianto d’allarme wifi. La rassegna delle attività da compiere per evitare intrusioni indesiderate.

Impianto d'allarme da esterno
Come installare un impianto di videosorveglianza? I passi da compiere (Pixabay)

Oggi la prudenza non è mai troppa sul piano della sicurezza nelle abitazioni. Oltre agli imprevisti come ad es. incendi o guasti all’impianto elettrico, c’è il rischio rappresentato dalla possibile intrusione di ladri nell’immobile, e specialmente negli orari in cui non si è presenti in casa.

Come fare a contrastare questo rischio in modo efficace? E come individuare malintenzionati che cercano di entrare dentro le proprie mura domestiche? Di seguito la nostra sintetica guida ti spiegherà come installare un impianto di sorveglianza wi-fi, con un occhio al prezzo e al risparmio. I dettagli.

Gli step per installare un impianto d’allarme wi-fi e low cost

Sentirsi protetti nella propria abitazione è un’esigenza comprensibile, sia in un trafficato quartiere cittadino che in un’area tranquilla e rurale. I furti nelle abitazioni sono aumentati negli ultimi anni e c’è chi – oltre a chiedersi come fanno i ladri a salire sui balconi – vuole tutelarsi al meglio, installando un impianto di videosorveglianza wi-fi.

Ma quali passi compiere per raggiungere il proprio obiettivo? Vediamo la mappa del percorso da seguire.

Pianificazione

Sulla sicurezza non si può risparmiare eccessivamente, ed anzi è possibile trovare un compromesso tra qualità e prezzo dei dispositivi anti-ladro. Spicca in primis la fase di pianificazione. Ma che cosa si intende esattamente? Ebbene, in sostanza dovrai:

  • individuare le aree che desideri sorvegliare e determinare il numero di telecamere necessarie
  • considerare la copertura wi-fi nella zona di installazione delle telecamere di sicurezza

Ricorda che se sei indeciso e non sai orientarti sul sistema di videosorveglianza, potrai rivolgerti a tecnici informatici specializzati in reti e sicurezza, come pure a installatori di sistemi di sicurezza. In ogni caso, prenditi il tuo tempo e valuta tra le molte opzioni economiche disponibili su internet. Troverai sicuramente quella che fa per te, magari dopo aver letto le recensioni di chi ha giocato comprato un certo impianto di videosorveglianza.

Acquisto dei dispositivi

Dovrai optare per dispositivi di buona qualità, ma con un occhio al prezzo. Oggi gli store online sono davvero tanti e potresti scegliere un prodotto offerto da Amazon – e ricorda che Alexa può essere usata come antifurto – o eBay, ad esempio. Se hai familiarità con qualche altro sito, magari specializzato proprio in prodotti sulla sicurezza, potresti optare per esso. Per un prodotto affidabile considera di sborsare non meno di 500 euro (salvo promozioni).

Ricorda di acquistare un prodotto che supporti la crittografia dei dati e che sia caratterizzato da credenziali di accesso sicure.

Installazione delle telecamere

L’impianto di videosorveglianza wi-fi dovrà essere montato e inserito nell’abitazione, nelle posizione più ‘strategiche’. Preferisci spazi rialzati e in cui le telecamere possono essere almeno in parte mimetizzate con il resto dell’ambiente domestico: così avrai una visuale chiara delle zone a rischio intrusione.

Inoltre, assicurati che le telecamere siano protette dagli agenti atmosferici, come pioggia, vento o neve, se installate all’esterno come ad es. in una terrazza o giardino.

Configurazione rete wi-fi e telecamere

Per essere concretamente protetto dalle intrusioni di ladri, dovrai assicurarti che il router wi-fi sia configurato nel modo corretto. Ciò infatti ti permetterà di avere una connessione stabile e sicura alle telecamere. Al contempo, dovrai impostare una password forte per la tua rete, ricordando altresì di aggiornarla periodicamente onde evitare accessi non autorizzati.

Oltre alla configurazione della rete, dovrai anche procedere con quella delle telecamere del tuo sistema domestico di sorveglianza. Leggi con molta attenzione le istruzioni date dal produttore, al fine di configurare le telecamere nel modo giusto e collegale alla tua rete wi-fi.

Tieni anche conto delle facilitazioni fornite dai produttori, come app mobiligià viste anche nei dispositivi antifurto bicio software per pc, che permettono di monitorare le telecamere ‘da remoto’. I ladri sono scaltri perciò dovrai tutelarti contro ogni possibile rischio: l’accesso remoto dovrà essere protetto con password robuste e abilitando, se possibile, l’autenticazione a due fattori. Se sarai lontano dalla tua abitazione queste app ti daranno sicurezza.

Test dell’impianto d’allarme

Altra fase molto importante è quella del test dei dispositivi dell’impianto di videosorveglianza. Infatti farai bene a compiere dei test per garantirti che il sistema funzioni nel modo corretto e che le telecamere registrino video di buona qualità. Conterà ovviamente anche l’affidabilità del dispositivo in sé, quindi ricorda di non risparmiare troppo perché potresti acquistare un prodotto non all’altezza delle tua aspettative.

Inoltre, in fase di test assicurati che le notifiche di rilevamento dei movimenti funzionino nel modo corretto, ovviamente se disponibili.

Archiviazione video, manutenzione e privacy

Se ti stai chiedendo come realizzare un impianto di sorveglianza wi-fi, e low-cost, e proteggerti al meglio contro i ladri, dovrai tener conto anche di alcuni aspetti collegati a quanto visto finora.

Ricorda quindi di monitorare in modo periodico lo stato delle telecamere e della connessione wi-fi, aggiornando altresì con regolarità il firmware delle telecamere per garantirti sempre la massima protezione. Al contempo esegui operazioni di manutenzione e archivia le registrazioni su schede di memoria integrate o su cloud. Le immagini raccolte potrebbero servirti in un secondo momento.

Non dimenticare inoltre che la privacy delle altre persone non può essere messa a rischio dall’uso del tuo impianto di videosorveglianza wi-fi e low cost. In sostanza, dovrai assicurarti di rispettare la riservatezza delle persone che potrebbero essere registrate dai dispositivi, specialmente se posizionati in aree esterne agli ambienti domestici.

L’utilità del servizio d’assistenza

Se hai ancora dubbi in merito a come installare un impianto di sorveglianza wi-fi e low cost, potresti dare un’occhiata alle discussioni nelle comunità web di utenti e sui forum online specializzati.

Non solo. C’è anche il servizio assistenza clienti dei produttori, che potrebbe farti comodo. In alternativa valuta di ricorrere a tecnici informatici o installatori professionisti, perché questi ultimi potranno darti una grossa mano in una configurazione dell’impianto di sorveglianza wi-fi a regola d’arte. Anche i negozianti che vendono tali sistemi di sicurezza potrebbero esserti d’aiuto con consigli e suggerimenti.

Lascia un commento


Impostazioni privacy