I migliori Conti correnti secondo gli esperti: senza spese e con rendimenti

Questi sono i conti correnti più adatti per i giovani tra i 18 e i 30 anni che devono scegliere tra conto zero spese, app e carta di debito.

Anche i giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni possono essere titolari di un conto corrente.

conti correnti giovani
InformazioneOggi

Come sappiamo nella maggior parte di loro il concetto di risparmio è radicato fin da piccoli. Il merito è di tutti quei genitori che hanno insegnato ai propri figli i concetti base di finanza personale. Il merito, però, deve andare anche a tutti quei giovani che riescono a conservare una parte del denaro che hanno guadagnato con i primi lavori. Ed è proprio per i giovani che rientrano nell’età indicata in precedenza che le banche offrono alcuni prodotti finanziari, come i conti correnti.

Conti correnti per i giovani: ecco dove trovarli

Le caratteristiche di un buon conto corrente dovrebbero essere:

  • canone zero spese;
  • carta di debito collegata al conto;
  • servizi extra, ad esempio un salvadanaio digitale che consente di conservare una parte del denaro anche tramite app.

Tra i conti correnti, secondo un’indagine di Banca d’Italia di novembre 2022, quelli online risultano essere i più economici contro il rialzo delle spese. Il motivo è un costo ridotto sulle spese di apertura e gestione del conto. Inoltre, spesso i giovani fino ai 30 anni non devono nemmeno pagare il canone annuo.

Per un giovane, soprattutto se ha iniziato a lavorare da poco, avere un conto corrente significa gestire in autonomia il proprio denaro. Ma il conto corrente consente anche di effettuare bonifici gratuiti, acquistare nei negozi fisici oppure online e prelevare dagli sportelli ATM.

I primi 5 conti: Conto Arancio e SelfyConto

Secondo gli esperti sono 5 i conti correnti migliori per i giovani. Eccoli elencati di seguito:

Per prima c’è il Conto Arancio di ING che offre l’attivazione e il canone gratuito ma quest’ultimo solo per un anno, una carta del circuito Mastercard a canone zero e l’ App associata per l’home banking. Inoltre, il titolare potrà avere anche un carnet di assegni gratuito ogni anno, effettuare prelievi e bonifici Sepa gratuiti (questi ultimi fino a 50mila euro).

Poi c’è anche SelfyConto di Banca Mediolanum che offre un canone zero fino a 30 anni e una App associata al conto, un prelievo gratuito da qualsiasi sportello ATM e, soprattutto, costi di accensione, bonifici e servizi allo sportello gratuiti.

Sella Start, Conto Fineco e Revolut

Un altro conto per i giovani è Sella Start di Banca Sella: i prelievi sono gratuiti ma solo dagli sportelli Banca Sella, mentre dagli altri sportelli possono essere effettuati solo 4 prelievi gratuiti al mese. Abbinata al conto c’è una App dedicata all’home banking e una carta di debito associata al conto che costa 1,50 euro al mese. Inoltre, il titolare potrà utilizzare il salvadanaio digitale sempre al costo di 1,50 euro al mese. Gratuiti invece l’apertura del conto e i bonifici.

Anche Conto Fineco offre apertura a conto zero spese, nessun canone fino ai 30 anni e bonifici senza costi aggiuntivi. Con questo conto i giovani potranno anche avere delle agevolazioni per investimenti in azioni e nei mercati esteri e una APP dedicato all’home banking, si potranno effettuare prelievi gratuiti dai 100 euro in su, mentre sui prelievi fino a 99 euro si applica una commissione di 0,80 euro.

Infine, Conto Revolut Standard di Revolut Bank offre attivazione e canone annuale gratis e i clienti potranno usufruire del salvadanaio digitale e di prelievi gratuiti fino a 200 euro al mese mentre sugli altri prelievi si applicherà una commissione del 2%. Infine, avranno la possibilità di acquisire criptovalute a partire da 1 euro e di effettuare bonifici gratuiti.

Impostazioni privacy