Ferrari, tutti i vip finiti sulla blacklist: ecco come funziona

Se pensate che occorre essere ricchi per permettervi qualsiasi Ferrari vi sbagliate di grosso. Vi sono personaggi famosi che non possono comprare una nuova supercar del Cavallino.

La Ferrari rappresenta il sogno per tantissimi appassionati che sono riusciti a diventare ricchi. Una Rossa non può certo permettersela un signor nessuno. A volte, però, la notorietà rappresenta un limite, soprattutto se non si rispettano i valori del Cavallino. Di gente con i soldi è piena il mondo, basti vedere il garage di taluni collezionisti.

Ferrari Logo (Adobe Stock)
Ferrari Logo (Adobe Stock)

La Ferrari è un simbolo ed è conosciuta ovunque. Alcuni modelli sono considerati irraggiungibili, sia perché sono numerati sia perché è difficile trovarne sul mercato. Chi le possiede se le tiene strette. La 488, ed in passato, la F430 o la 360 Modena, piuttosto che la 599 GTB Fiorano o la 512 Scaglietti sono diventate delle best seller, molto più difficile potersi accaparrare una Enzo o le storiche F40 ed F50. Vuole comprare una Ferrari, ma in concessionaria gli ridono in faccia: ecco il motivo.

LaFerrari e la FXX K, ad esempio, sono invece riservati a pochi privilegiati. Le imprese in pista della Rossa sono state leggendarie e il merito è anche di piloti che hanno rischiato la vita per poter tenere rampante il cavallino. Pensate che nella realizzazione della Enzo ha ricoperto un ruolo essenziale il sette volte campione del mondo di F1 Michael Schumacher. Il know-how maturato in pista è sempre stato trasferito sulle vetture stradali. Negli ultimi anni la Rossa è scivolata in una crisi profondissima, non riuscendo nemmeno più a lottare per un titolo mondiale negli ultimi 10 anni.

Gli appassionati continuano, in ogni caso, a seguire la Formula 1, sperando di rivedere un giorno i ferraristi sul tetto del mondo. I vip sono spesso nel Paddock e desiderano avere auto leggendarie, ma non è sempre così scontato. Ci sono dei criteri prestabiliti per mettere le mani su alcuni modelli special. Chi sceglie di inserire una 488 Speciale nel proprio garage dovrà acquistare un’altra Ferrari, dotata da un motore V8. Inoltre, dovrà essere un frequentatore del programma “Corse Clienti”.

Parteciperà ai Ferrari Racing Days con una FXX o al Challenge a bordo di una 488. Si tratta di un club per privilegiati e, di conseguenza, solo “i clienti più noti sono ritenuti in diritto” di avere una super Ferrari possono accedervi. Occorre anche avere una Ferrari che già rientra nel programma VS, ovvero una 458 Speciale, una 430 Scuderia, una LaFerrari, una F12tdf o una iconica F40. I rivali della Lamborghini hanno svelato il nuovo SUV V8: guardate che bestione.

La blacklist Ferrari

Tantissimi vip, come atleti, artisti, attori o fortunati privilegiati, non certo la gente comune, ha le possibilità non solo di acquistare, ma anche tenersi stretti i bolidi del Cavallino. La casa modenese ha fatto una blacklist di personaggi che non potranno più comprare una Ferrari. Justin Bieber, responsabile della perdita dell’auto per poi ritrovarla due settimane dopo, è l’ultimo di una lunga lista. Tra loro figurano l’attore americano Nicholas Cage, il rapper 50 Cent, il pugile Floyd Mayweather e Kim Kardashian.

Se pensate che i suddetti vip si siano macchiati della responsabilità della personalizzazione dei modelli del Cavallino vi sbagliate, vi sono anche comportamenti poco edificanti. Non è giudicato un buono spot per il marchio anche cambiare colore, cerchi in lega e altri particolari. A volte associare un’auto della Ferrari modificata ad un video musicale “politicamente scorretto” non è positivo per il brand. In passato alcuni calciatori hanno distrutto delle vetture, da ubriachi, ma ciò non ha inficiato nelle scelte dei vertici. Non tutti sono considerati “degni” di acquistare una vettura nuova marchiata Ferrari.

Impostazioni privacy