Vivere fino a 100 anni in salute è possibile: fai queste 7 cose e visita le ‘Zone Blu’

Possiamo vivere fino a 100 anni, godendo di ottima salute? Secondo alcuni esperti assolutamente sì. Ecco cosa hanno scoperto.

Forse non tutti sanno che esistono dei luoghi dove vivono moltissimi ultracentenari. Queste zone geografiche si chiamano “Zone Blu”.

Vivere fino a 100 anni
InfrmazioneOggi

Ma soprattutto gli studiosi hanno compreso come mai alcune persone riescono a vivere a lungo, e in salute. Certo le variabili sono molte, ma alcuni esperti hanno individuato delle componenti comuni.

Il termine “Zone Blu”, tra l’altro, fu coniato da un demografo belga (Michel Poulain), e da un epidemiologo sardo (Gianni Pes); i due cominciarono a contrassegnare con una penna blu in una mappa i luoghi dove vivevano gli ultracentenari, e da qui il nome. La Sardegna, tra l’altro, risulta proprio tra queste zone dove si vive meglio e anche oltre i cent’anni.

Non rimane che scoprire – prima di trasferirsi magari nella splendida isola – come mai alcune persone “superano i limiti” della media. Indagando più a fondo, potremo comprendere molte cose e fare anche alcune riflessioni. Vivere più di 100 anni è davvero possibile, e la cosa incredibile è che sembra anche molto facile.

Vivere a lungo in salute è possibile, ecco dove

A rivelare dove si trovano le Zone Blu sono i due professionisti. Oltre a due paesini della Sardegna, se vogliamo vivere a lungo dovremmo trasferirci in uno di questi luoghi: l’isola di Ikaria (Grecia), l’arcipelago di isole di Okinawa (Giappone) o la penisola di Nicoya (Costa Rica). Troppo lontano? Allora possiamo davvero fare un pensierino sulla Sardegna.

Secondo l’epidemiologo Pes, basta guardare ai dati di un paese, Villagrande Strisaili, che conta circa 3 mila abitanti. Di questi, ben 47 sono centenari. In un altro paese vicino, troviamo altri 21 centenari a fronte di una popolazione di circa 800 unità.

Per capire la straordinarietà della cosa, Pes ci spiega che nel resto d’Italia su 3 mila abitanti troviamo solo 1 centenario. Non solo: gli abitanti più anziani di questi due paesini sono equamente distribuiti in entrambi i sessi. In genere, invece, sappiamo che la longevità è più marcata nella popolazione femminile.

Dunque ci troviamo di fronte ad una bella domanda: come mai in Sardegna e nelle altre Zone Blu si vive meglio e più di 100 anni? La risposta non è univoca, ovviamente, ma i due esperti ci danno molte indicazioni e tanti spunti su cui riflettere.

Chi vuole vivere 100 anni può riuscirci, se fa queste semplici cose

Oltre alle teorie e alle scoperte dei due esperti sopra citati, naturalmente la questione è di interesse mondiale. Molti scienziati hanno effettuato studi e stanno ancora cercando risposte concrete. Per prima cosa, dobbiamo specificare che il vivere da centenari inteso dai ricercatori non è il mero raggiungimento di una certa età anagrafica. Le persone che hanno osservato non solo sono molto in avanti con l’età, ma sono sane, attive nella comunità, e godono di un benessere psico-fisico generale.

Comparando tutti i dati a disposizione, gli esperti hanno tracciato delle linee guida che possono davvero essere prese come spunto. Innanzitutto, hanno controllato che tipo di alimentazione adottano le persone ultracentenarie.

  • È emerso che, generalmente, la dieta è composta da tante verdure, provenienti da coltivazioni locali, e molte volte prodotte con le proprie mani, cioè da un semplice orto vicino a casa.
  • Quotidianamente compare nella dieta anche il consumo di legumi, a discapito di formaggi, uova, carne e pesce.
  • Generalmente le persone ultracentenarie mangiano poco, e nella loro dieta non ci sono cibi industriali, raffinati o zuccherati. I dolci vengono preferiti solo in rare occasioni.
  • Un’eccezione la fanno proprio gli abitanti centenari della Sardegna, che invece mangiano spesso carne e formaggi. Però si tratta di prodotti genuini, non industriali. La carne arriva da animali tenuti come una volta, nutriti con l’erba e non da allevamenti intensivi.

Già da queste scoperte possiamo trarre ovvie considerazioni. Forse il “benessere” consumistico porta beneficio solamente a chi lo ha inventato. Probabilmente dovremmo riavvicinarci di più alla Natura e ne sentiremmo immediatamente gli effetti positivi.

Infatti gli stessi esperti che stanno studiando il fenomeno della super longevità hanno stilato una serie di consigli. Per vivere a lungo, in salute e anche felici, potrebbe bastare fare queste cose.

  1. Non affannarsi a inseguire il successo: il segreto è vivere una vita “semplice”;
  2. Preferire il cibo prodotto nel luogo dove si vive
  3. Dare importanza alla socialità e costruire rapporti solidi con familiari e conoscenti
  4. Nutrire la propria spiritualità
  5. Fare sempre un po’ di movimento anche in età avanzata: tenere un orto è un’ottimo esempio
  6. Rispettare la vita in tutte le sue forme
  7. Trovare uno scopo “più alto” all’esistenza, aiutare la comunità, non smettere di sognare e di avere obiettivi

Leggendo l’elenco si capisce bene che non serve un “magico elisir” per vivere una vita appagante, lunga e anche sana. Anche se non possiamo trasferirci in uno dei “Paradisi Blu”, possiamo fermarci un attimo, fare il bilancio della nostra esistenza e chissà, magari cominciare a cambiare qualcosa. Passo dopo passo, forse arriveremo anche noi a 100 anni.

(le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici o pubblicazioni su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)