Addio labbra secche d’inverno con questi rimedi naturali facili ed efficaci

D’inverno le labbra secche sono all’ordine del giorno, ma esistono diversi rimedi naturali davvero molto facili da reperire ed efficaci: ecco cosa c’è da sapere

Durante la stagione invernale le labbra secche possono essere un vero fastidio, ma esistono diversi rimedi naturali che possono risultare davvero utili ed inoltre sono economici e facili da reperire: ecco cosa c’è da sapere in merito.

labbra secche rimedi
Informazione Oggi

Durante l’inverno le labbra secche sono spesso un grande fastidio e quindi che fare? Uno dei modi più facili per evitare il problema è quello di idratare e nutrire le labbra.

Esistono, però, molti modi utili per farlo e tra questi uno fondamentale è l’idratazione tramite l’acqua. Questo ingrediente consente non soltanto di evitare o prevenire le labbra secche, ma idrata tutto il corpo. Può dunque capitare che la causa delle labbra screpolate è proprio la poca idratazione.

Queste, infatti, potrebbero screpolarsi anche se si utilizzano prodotti utili per l’idratazione. Di conseguenza, il primo segreto di bellezza per le proprie labbra è quello di bere molta acqua ogni giorno.

Vi sono però molti rimedi naturali che consentono di evitare le labbra screpolate. Tra questi vi è il burro di karitè oppure l’olio di cocco. E ancora il miele oppure l’aloe vera. Utile potrebbe essere anche lo scrub fatto con lo zucchero.

Di seguito saranno spiegati una serie di metodi molto utili per evitare di andare incontro a labbra screpolate o comunque per rimediare.

Labbra secche d’inverno e rimedi: ecco cosa c’è da sapere

A proposito di rimedi naturali, alcuni di questi possono essere molto utili contro i capelli bianchi: ecco cosa c’è da sapere in merito e come utilizzarli.

Ritornando all’argomento cardine di questo articolo, le labbra sono tra le parti del corpo più esposte ed inoltre queste non avrebbero ghiandole oleifere. Di conseguenza, questa parte del corpo risulta essere maggiormente sensibile rispetto alle altre alle temperature rigide.

Le labbra secche sono chiamate anche cheilite. Forse non tutti lo sanno, ma la pelle delle labbra è maggiormente sottile rispetto a quella che ricopre tutto il corpo. Di conseguenza, risulta essere maggiormente esposta ai mutamenti della temperatura.

Tale problematica è il risultato di basse temperature ed anche di qualche abitudine che potrebbe risultare errata. Potrebbe capitare di inumidire le labbra in modo eccessivo. A volte, ciò accade proprio perché le labbra sono già screpolate e bagnarle dà una sensazione di benessere anche se estemporaneo.

Non soltanto il clima è responsabile di tale problematica. Infatti anche il fumo o l’alcol potrebbero esserlo. E non solo, infatti, anche alcuni prodotti come il dentifricio potrebbero causare le labbra screpolate, come taluni medicinali.

Spesso si utilizzano, per risolvere il problema, alcuni prodotti come il burro di cacao. Questi, sebbene potrebbero risultare indicati, tendono a non risolvere il problema di modo definitivo.

Di seguito, vi sono alcuni rimedi utili che tendono a risolvere la problematica non soltanto in maniera estemporanea. Inoltre, alcuni di questi sono indicati per l’uso notturno ed altri per quello diurno.

Labbra secche e rimedi naturali: dall’olio al cetriolo

Come anticipato, vi sono diversi rimedi naturali da poter utilizzare contro le labbra secche. Uno dei più noti è l’olio. Questo può essere di diversa natura come quello d’oliva, di cocco oppure di ricino.

Una volta scelto l’olio da utilizzare basterà utilizzare poche gocce di questo insieme a quello di tea tree o neem.

Il composto andrà mescolato e messo sulle labbra per un po’ di tempo. Questa soluzione potrebbe essere utilizzata anche prima di andare a dormire così che il composto resti sulle labbra per diverse ore.

Un altro ingrediente spesso utilizzato è il miele. Questo potrebbe essere un ottimo rimedio per proteggere le labbra e di solito si potrebbe utilizzare insieme alla vaselina. Per utilizzare questi due ingredienti basterà mettere un po’ di miele sulle labbra e poi uno starato di vaselina.

Il tutto dovrà restare in posa per circa quindici minuto e poi dovrà essere rimosso. L’utilizzo del composto, per consentirne l’efficienza, dovrebbe essere usato 1 volta al dì per sette giorni.

Un altro ingrediente davvero idoneo per trattare questo tipo di inestetismo è la rosa canina. Questo, grazie alla vitamina E, nutre le labbra e ne migliora il colorito. Inoltre, la rosa canina può essere utilizzata insieme al latte che aiuta ad eliminare la pelle morta.

Per preparare il composto da mettere poi sulle labbra, basterà prendere qualche petalo di rosa ed un quarto di latte messo in una tazza. I petali dovranno restare nel latte per due o tre ore. I petali andranno poi sminuzzati.

Una volta ottenuto il composto, questo andrà messo sulle labbra per una ventina di minuti circa. Anche in questo caso, se si vogliono ottenere risultati tangibili, sarà necessario ripetere l’impacco 1 volta al dì per 7 giorni.

Anche il cetriolo potrebbe essere molto utile in quanto idrata e nutre le labbra. Per utilizzarlo basterà solamente strofinare un po’ di questo ortaggio sulle labbra e tenerlo in posa per una decina di minuti. Poi va risciacquato. Il trattamento può essere fatto anche due volte al dì.

Aloe vera e tè verde

Ormai tutti conoscono l’aloe vera e i suoi tantissimi benefici e anche per le labbra screpolate questo ingrediente può essere un vero toccasana. Questa, infatti, riuscirà ad eliminare la pelle morta e proteggerà le labbra dal freddo durante l’inverno.

Se in si ha una pianta basterà tagliare in due le foglie e ricavarne il gel. Poi questo andrà applicato sulla bocca e andrà lasciato diverse ore. Il composto rimanente va conservato in un contenitore chiuso per bene ed riposto in un luogo fresco.

Poi c’è il must degli antiossidanti naturali, cioè il tè verde. Questo ha diverse proprietà e tra queste vi è quella di essere un buon antinfiammatorio. Sebbene non vi siano ricerche di tipo scientifico che attestino la sua efficacia contro le labbra secche, questo potrebbe essere   comunque utile per far diminuire il bruciore.

Inoltre, la preparazione è davvero semplice. D’inverno spesso si preparano tè e tisane. Ed il tè verde è buonissimo da bere, le bustine che lo contengono possono poi essere usate sulle labbra per pochi minuti e poi gettate via.

Burro di cacao e zucchero

Utile per prevenire o curare le labbra screpolate potrebbe anche il burro di cacao oppure quello di karitè. Questi due, infatti, sono ricchi di acidi grassi e consento di proteggere e nutrire le labbra.

Basterà solamente utilizzare una di queste due soluzioni prima di andare a lette ed al mattino le labbra risulteranno più nutrite e curate. Un altro ingrediente potrebbe essere lo yogurt. Questo però andrà sciacquato dopo una decina di minuti.

Lo zucchero, invece, può essere utilizzato per esfoliare le labbra. Questo ingrediente, infatti, le renderà più levigate e morbide.

Per utilizzarlo al meglio basterà mescolare l’ingrediente in questione con un po’ d’olio e miele. Il composto dovrà restare sulle labbra per una decina di minuti, facendo un massaggio, e poi risciacquato. Il trattamento può essere fatto un giorno si ed uno no. E poi un paio di volte ogni settimana.

Lo scrub

Molto utile potrebbe essere lo scrub fatto con zucchero e vaniglia. Al posto dello zucchero si potrebbe anche utilizzare il bicarbonato.

Nello specifico, basterà utilizzare due cucchiaini di zucchero. Oppure uno di bicarbonato, o anche insieme. Poi, vi è l’aggiunta dell’olio (come quello di jojoba o oliva). Ed infine, per profumare lo scrub, un po’ di vaniglia.

L’utilizzo è davvero semplice. Infatti, basterà soltanto creare un composto ed applicarlo sulle labbra per cinque minuti. Il composto rimanente dove essere conservato in un luogo fresco ed asciutto per non più di una settimana. L’utilizzo dipende da quanto le labbra risultino rovinate.

Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici o pubblicazioni su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi.