WhatsApp a pagamento? Si, ma non per tutti: gli ‘sfortunati’

Si vocifera che la tanto amata app di messaggistica, WhatsApp, potrebbe diventare a pagamento, ma è vero? Si, ma non proprio per tutti: le info

WhatsApp è utilizzata a milioni di utenti ormai da diversi anni, ma davvero sta per diventare a pagamento? Si, ma non per tutti: ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

WhatsApp
Canva

L’app di messaggistica più amata ed utilizzata in questi ultimi anni è WhatsApp soprattutto per la caratteristica di essere gratuita ed allo stesso tempo molto efficace, ma è vero che sta per diventare a pagamento? Si, ma non per tutti: ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

L’app in questione ha molte funzionalità e risulta essere anche molto veloce, variegata e soprattutto funzionale. All’interno, infatti, si trovano diversi sticker da utilizzare in chat ed è possibile inviare, oltre ai messaggi di testo, anche audio, file e molto altro.

Inoltre, spesso, tali funzionalità vengono aggiornate e l’app risulta essere sempre molto dinamica ed adatta ad ogni utilizzo. Ovviamente, nel corso dei mesi che verranno arriveranno nuovi aggiornamenti ed in molti temono che l’app possa diventare a pagamento.

WhatsApp Premium: ecco chi dovrà pagare

Spesso si è parlato di un pagamento per l’utilizzo di Whatsapp e tale ‘problema’ riguarda l’opzione Premium. Tale novità è stata annunciata a maggio 2022 a Zuckerberg durante la presentazione di Meta.

Secondo quanto riportato dal sito cellulari.it, pare siano già apparse le nuove funzioni premium al momento presenti in alcune versioni beta che riguardano sia iOS che Android.

Il pagamento, dunque, è riservato soltanto a chi decide di attivare un account Business, tutti gli altri clienti continueranno ad usare l’applicazione in modo gratuito.

WhatsApp Premium: le novità

Per quanto concerne le novità, o meglio quello che al momento si conosce in merito, WhatsApp Premium prevede un custom link ed inoltre vi è un limite di dieci dispositivi per ogni account.

Sono però tante le novità anche per i consumatori privati e tra queste vi sarà la modalità ‘Non disturbare‘: ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

Ritornando all’account business, le aziende che decideranno di dotarsi di tale servizio potranno avere dei link personalizzati da condividere con i propri clienti. Tutti avranno un formato wa.me/nomeazienda e tale nome potrà essere modificato ogni novanta giorni.

Per quanto concerne la modalità dei dispositivi multipli, l’app in versione Preminum consente di collegare fino a dieci dispositivi diversi. Utilizzando questa modalità sarà dunque possibile a diverse persone di comunicare con i clienti con il nome dell’azienda.

Ovviamente, tutti si chiedono quanto costerà tale servizio. Al momento non vi sono novità in merito, infatti, non si conosce né il prezzo e nemmeno da quando sarà possibile utilizzare la versione Premium dell’applicazione. Non resta che attendere nuovi aggiornamenti.

Impostazioni privacy