Come mantenere l’abbronzatura dopo le vacanze al mare, il successo è garantito con questi accorgimenti

L’abbronzatura duratura potrebbe diventare realtà se si presta attenzione a questi piccoli segreti da seguire con costanza.

Cercare di far durare l’abbronzatura per tutto l’anno è praticamente impossibile. Tuttavia, possiamo ancora goderne per qualche mesetto in più con questi trucchi.

abbronzatura
Adobe Stock

L’estate è praticamente quasi finita. Ad annunciarlo ufficialmente sono le giornate che, gradualmente e lentamente, si stanno accorciando sempre di più. Certo, c’è chi continua a sentire l’atmosfera estiva e attende il 23 settembre 2022, data dell’equinozio di autunno, per salutarla definitivamente. Insomma, purtroppo per qualcuno, la bella stagione sta finendo e sta portando via con sé anche i bei momenti trascorsi al mare.

Uno degli aspetti più belli dei giorni trascorsi al mare è sicuramente l’abbronzatura. Con questo colorito, differente in base alle persone, sembra essere delle persone nuove. Un piccolo tono di colore, delle volte, può abbellire ancora di più una persona. Per non parlare, poi, dei contrasti pazzeschi con alcuni colori dei nostri abiti. E, proprio per questo motivo, siamo davvero pronti a lasciarla andare via?

Prima di scoprire quali sono gli accorgimenti a cui prestare attenzione per mantenere ancora di più l’abbronzatura, segnaliamo altre chicche. Entrambe riguardano il mondo della cucina. La prima rivaluta, meritatamente oseremo dire, la carota grazie a delle ricette davvero particolari e sfiziose. La seconda, invece, si affida al cibo salutare per prevenire varie malattie e tumori. Ebbene, dopo questa piccola parentesi, che in un certo senso è legata anche all’abbronzatura, passiamo ai nostri segreti.

L’abbronzatura può durare di più? Se si è costanti con queste abitudini, la risposta è sì

Iniziamo proprio dal modo di lavarci: per favorire una maggiore permanenza dell’abbronzatura sulla nostra pelle, preferiamo la doccia al bagno. Potrebbe aiutare ancora di più il lavaggio con l’acqua fredda. Questa, a differenza di quella calda, non secca la pelle.

Il secondo accorgimento riguarda l’idratazione la quale, a prescindere dall’abbronzatura, è fondamentale per la nostra pelle e la sua salute. Quindi, bisogna bere tanta acqua, almeno 2 litri al giorno, e soprattutto darci sotto con l’uso di oli nutrienti. Consigliamo quelli all’oliva, al cocco, all’avocado e alle mandorle.

A questo, si aggiunge anche uno scrub che permette l’esfoliazione. Grazie a questo processo, infatti, sarà possibile rinnovare le cellule della nostra pelle, evitando screpolature oppure le classiche spellature post-abbronzatura. Eliminando le cellule morte, ci ritroveremo a godere di una pelle, tra l’altro, davvero molto morbida.

Anche la giusta alimentazione ha la sua importanza

Infine, come quasi in ogni caso, anche mangiar sano può aiutare tantissimo anche se non sembra. Bisogna riempirsi di vitamina C ed E, ma anche B, soprattutto la B6, della A, di Omega 3 e Betacarotene. Sono tutti importanti per il collagene, per l’anti-ossidazione,  e per la formazione di melanina.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Mettendo in pratica questi piccoli accorgimenti, sarà possibile sfoggiare la propria abbronzatura almeno per un mese, o 15 giorni. Certo, sperare di arrivare a Natale in tal modo è davvero una pura illusione, ma se si riesce a fare una fuga in luoghi caldi, ci si potrebbe anche riuscire! Insomma, meglio allungarsi di qualche km che rischiare con trattamenti pericolosi e poco salutari.