‘Acqua miracolosa’ per fertilizzare le piante: possiamo crearla da un alimento che mangiamo spesso

Per fertilizzare le piante del nostro giardino abbiamo a disposizione molti prodotti. Ma possiamo creare un’acqua “magica” praticamente a costo zero.

Tutti vorremmo un balcone colmo di bei fiori, oppure un orto che ci garantisca verdura fresca e Bio, soprattutto senza pesticidi chimici. Non è impossibile, ma alcune cure e attenzioni speciali alle nostre piante sono d’obbligo.

per fertilizzare le piante
Adobe Stock

Nei nostri articoli parliamo spesso di come una soluzione “casalinga” possa sostituirsi efficacemente ai prodotti chimici industriali. Nel caso ad esempio della fertilizzazione delle piante, nonché per eliminare insetti infestanti.

D’altronde sembra semplice: compriamo una piantina, la sistemiamo come da indicazioni, la annaffiamo secondo le istruzioni e acquistiamo un fertilizzante per farla venire più bella e florida. Ma la realtà è diversa. Prendersi cura di fiori, piante, giardino e orto comporta tanto lavoro e tante attenzioni. A volte siamo più predisposti o fortunati, altre invece rimaniamo frustrati dagli scarsi risultati.

Il giardinaggio è un hobby, però, che può regalare immense soddisfazioni. Non solo produttive, anzi, forse più che altro emotive. Essere circondati dal “verde” ci ricorda che siamo creature di questo meraviglioso Pianeta. Che possiamo vivere nella modernità più sfrenata ma ogni tanto abbiamo bisogno di riconnetterci con le nostre “radici”. Non a caso viene usato questo termine.

Se stiamo sperimentando la coltivazione di qualche pianta, dunque, possiamo sfruttare uno dei tanti metodi naturali per dare loro nutrimento e salute. In questo articolo ne riportiamo la ricetta.

Come creare l’acqua miracolosa per fertilizzare le piante

Se vogliamo nutrire le piante e farle crescere rigogliose abbiamo l’opportunità, tra le altre, di usare un alimento che abbiamo sicuramente in casa. Parliamo del Riso. Costa poco e di sicuro usarlo in giardino non avrà gli stessi effetti devastanti dei prodotti chimici.

Sono necessari 4 pugni di Riso, dell’Acqua Distillata, una pentola e un colino. Mettiamo il riso nell’acqua fredda. Non dobbiamo bollirlo. Scuotiamo acqua e riso per diversi minuti, anche più volte. Poi lasciamo in ammollo il tutto per almeno 3 ore. Trascorso questo tempo, noteremo che l’acqua ha assunto un colore biancastro. In pratica le sostanze nutritive del Riso si sono trasferite nel liquido.

Usiamo quest’acqua direttamente sul terriccio, ma attenzione a nn bagnare le foglie. Ricca di Potassio e Fosforo darà energia alle nostre piante. Alcune di esse, in particolar modo le Ortensie, le Camelie e le Azalee, ne gioveranno tantissimo. Possiamo ripetere l’operazione ogni 10 giorni.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Se vogliamo risparmiare ancora di più, va bene anche usare l’acqua di cottura del Riso. Certo è che non deve essere salata. Le medesime sostanze rilasciate potranno essere usate per nutrire le piante, anche una volta a settimana.