Bonus 200 euro anche per i mesi di agosto e settembre, ma alcuni lo riceveranno ad ottobre

Il Governo sta pensando alla reintroduzione del Bonus 200 euro nei mesi di agosto e settembre. Ma ad alcune condizioni.

Anche per i mesi di agosto e settembre, probabilmente, ci sarà l’erogazione del Bonus 200 euro. Alcuni beneficiari, però, potrebbero ricevere i soldi solo da ottobre.

bonus 200 euro
Adobe Stock

Il Decreto Aiuti ha introdotto un Bonus di 200 euro per aiutare le famiglie in difficoltà, a causa dell’aumento dell’inflazione. Si tratta di un’indennità “una tantum”, destinata a circa 28 milioni di persone. Possono usufruirne lavoratori dipendenti, pensionati e autonomi con un reddito non superiore a 35 mila euro. Spetta, inoltre, a tutti i percettori, nel mese di giugno 2022, dell’indennità di disoccupazione e del reddito di cittadinanza.

Nelle scorse settimane, l’INPS ha diffuso, sul proprio sito, il calendario dei pagamenti del nuovo beneficio economico. Per i prossimi mesi, tuttavia, dovrebbero esserci delle importati novità; le modalità di erogazione, infatti, potrebbero differire da quelle finora attuate.

Bonus 200 euro: le ultime novità  

In base ad alcune indiscrezioni, l’Esecutivo sarebbe al lavoro per la conferma del Bonus 200 euro anche per i mesi di agosto e settembre. La manovra, ovviamente, è subordinata allo stanziamento delle risorse finanziarie necessarie. Il principale ostacolo al rinnovo dell’incentivo, infatti, è proprio quello di scovare il modo per sovvenzionarle. Tali risorse, però, potrebbero essere reperite dalle entrate dell’Iva, decisamente maggiori in seguito all’aumento dei prezzi, o dal settore del turismo, in forte crescita nell’ultimo periodo.

Per quasi tutti i beneficiari, il contributo verrà riscosso insieme alla retribuzione del mese di luglio. Alcune categorie di cittadini, però, potrebbero ricevere il pagamento successivamente, non prima di ottobre. Per quale motivo?

Leggi anche: “Bonus 200 euro a rischio la pensione di reversibilità“.

Chi riceverà il pagamento ad ottobre?

L’INPS, attraverso la Circolare n. 73 del 24 luglio 2022, ha comunicato alcune puntualizzazioni relative al Bonus 200 euro, ed ha reso noto il rispettivo calendario dei pagamenti. Nonostante in precedenza fosse stato specificato che i pagamenti sarebbero partiti da luglio, alcune categorie di cittadini riceveranno i soldi non prima del prossimo ottobre. Nello specifico, si tratta di:

  • coloro che, nel mese di giugno 2022, hanno ricevuto la NASpI o la DIS-COLL;
  • i destinatari della disoccupazione agricola 2021 e delle indennità Covid-19 dello stesso anno;
  • tutti i lavoratori che devono presentare apposita richiesta per il contributo, come, ad esempio, lavoratori stagionali, colf e badanti.

Non tutti, infatti, riceveranno il Bonus 200 euro automaticamente sul cedolino o in busta paga. Alcune categorie devono obbligatoriamente presentarne domanda, attraverso il sito web dell’INPS.

Come si invia la domanda per il Bonus 200 euro?

Molti beneficiari, quindi, non riceveranno in automatico il Bonus 200 euro, ma sarà necessaria la presentazione della domanda, debitamente compilata. In che modo è possibile inoltrare tale richiesta?

Innanzitutto, è utile ricordare che il Messaggio INPS n. 2580 del 2022 specifica tre differenti modalità per l’invio della richiesta. Nel dettaglio:

  1. telematicamente, attraverso il portale web consultabile sul sito istituzionale dell’INPS. Per accedervi bisogna cliccare su “Home – Prestazioni e Servizi – Servizi – Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Per l’identificazione è, inoltre, necessario il possesso delle credenziali SPID, CIE o CNS;
  2. tramite contact Center Multicanale, telefonando gratuitamente da rete fissa al numero verde 803 164, oppure, da rete mobile, al numero 06 164164. In quest’ultimo caso, la chiamata sarà a pagamento ed i costi dipenderanno dalla tariffa applicata dal proprio gestore;
  3. attraverso un istituto di Patronato.

Chi è obbligato a presentare domanda?

A chi si può richiedere assistenza per l’inoltro della domanda per l’erogazione del Bonus? I cittadini che necessitano di assistenza possono comunicare con il Contact Center dell’INPS; un operatore, quindi, sarà incaricato di guidare l’utente passo dopo passo. In alternativa, è possibile recarsi presso un Patronato, che ha tutte le competenze per venire in soccorso del cittadino.

Chi ha l’obbligo di presentare la domanda, se vuole ricevere l’indennità economica? I cittadini per i quali l’erogazione del Bonus 200 euro non sarà automatica sono:

  • tutti i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • i lavoratori autonomi occasionali (senza partita IVA);
  • colf e badanti;
  • i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, tra cui rientrano anche i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo;
  • gli incaricati alle vendite a domicilio.

È possibile inoltrare la domanda entro il 31 ottobre 2022, ad eccezione dei lavoratori domestici (colf e badanti), per i quali la scadenza è fissata al 30 settembre 2022.

Per consultare i relativi tempi di pagamento, si rimanda alla consultazione delle indicazioni contenute nella Circolare INPS n. 73 del 2022.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base