Scontro tra Brad Pitt e Angelina Jolie, tutto per un oligarca russo: incredibile quello che è successo

Ad Holywood vanno di moda gli scontri fra stelle. Dopo Johnny Depp e Amber Heard nora è il turno di Brad Pitt e Angelina Jolie.

In questo articolo cerchiamo di capire i motivi che stanno portando l’ex super coppia a nuovo scontro legale dopo quello legato al divorzio e alla custodia dei loro figli.

Brad Pitt e Angelina Jolie
Foto Ansa

Non sono ancora terminate le eco mediatiche dello scontro in tribunale fra Johnny Depp e Amber Heard che già sul proscenio appare un nuovo super scontro, questa volta i protagonisti sono Brad Pitt e Angelina Jolie. L’oggetto del singolar tenzone è l’accusa i vendita fraudolenta di Brad Pitt all’ex moglie Angelina Jolie circa un’azienda vinicola che condividevano. Sembra che infatti che lei abbia venduto la sua quota ad un oligarca russo.
Ma vale prima la pena ricordare la storia di questa ex super coppia.

Una coppia nata sul set di “Mr. & Mrs. Smith”

La relazione delle due star holiwodiane era venuta alla luce nell’aprile del 2005 quando furono fotografati insieme nel corso di una vacanza in Kenya. Angelina Jolie si era separata 2 anni prima dall’attore, premio oscar, Billy Bob Thorthon, che aveva conosciuto sul set di “Falso tracciato”, e con cui aveva formato una coppia assai chiacchierata anche per alcuni bizzarri comportamenti. Per esempio, avevano fatto un patto sangue e portavano entrambi al collo un flacone con gocce di sangue del partner!

Anche Brad Pitt usciva da una relazione molto glamour con Jennifer Aniston, l’attrice resa celebre dalla serie “Friends”, che il bell’attore aveva lasciato pochi mesi prima di essere “intercettato” insieme alla Jolie. Tanto che l’attrice vincitrice del premio Oscar per il film “Ragazze interrotte” aveva ricevuto l’accusa di essere una  sorta di “rovina famiglie”.

Angelina Jolie e Brad Pitt si sono conosciuti sul set del fim “Mr. & Mrs. Smith”, proprio del 2005 in cui, guarda caso, recitavano la parte di marito e moglie. Nel gennaio 2006, Jolie annunciò di aspettare un figlio da Pitt, dopo che lui aveva già adottato i due figli della di lei precedente relazione.

Così per tanti anni la loro è stata una delle coppie più amate e fotografate del jet set mondiale tanto da meritarsi il soprannome di “Brangelina”. Sono rimasti insieme dal 2005 al 2016, si erano sposati nel 2014, dalla loro unione sono nati tre figli: Shiloh Nouvel, nata nel 2006, e i gemelli Knox e Vivienne, nati nel 2008. Il divorzio è stato sancito nel 2016 con un dibattito in tribunale che anche in quel caso fece la gioia degli esperti di gossip.

Nel 2008 la coppia acquista un vigneto a Correns, in Francia

Lo scorso mese di febbraio Pitt aveva portato in aula l’ex moglie con l’accusa di una “vendita ostile” dell’azienda vinicola che condividevano che la donna avrebbe portato a termine a mo’ di vendetta verso di lui. Infatti secondo la star del cinema la vendita era stata fatta per tentare di colpire la reputazione della stessa all’azienda. Ma cerchiamo di ricostruire meglio i fatti.

Tutto ebbe inizio nel 2008: la coppia acquistò un vigneto a Correns, in Francia, dalle cui uve nasce lo Chateau Miraval, un vino rosé molto apprezzato dagli intenditori.

Brad Pitt afferma che questo successo è il risultato del suo impegno e della passione che mette nel produrlo mentre l’ex moglie non avrebbe contribuito in nessun modo al successo dell’azienda vincola.

Ma quali sono le accuse di Brad Pitt all’ex moglie?

Pitt ora sostiene che Angelina avrebbe deliberatamente danneggiato cedendo la sua quota ad un oligarca russo. L’uomo che dallo scorso ottobre condivide le quote dell’azienda “Miraval” con Brad Pitt è il russo Yuri Shefler. Shefler è a capo anche di altre società, tra cui la “Stolichnaya”, una nota marca di vodka, meglio nota anche con il nome di “Stoli”.
Nel documento presentato dallo staff legale al giudice del caso si afferma che :“Jolie ha perseguito la vendita in segreto, tenendo di proposito Pitt all’oscuro e violando consapevolmente i suoi diritti contrattuali”. Pare infatti che i 2 abbiano siglato un accordo proprio per evitare la vendita di una parte della quota della società senza il consenso dell’altro.

L’accusa parla perciò di un atteggiamento intriso di vendetta, per il quale l’attrice avrebbe tentato di costringere Brad a collaborare con uno sconosciuto con intenzioni malevole. Shefler, secondo le parole del gruppo legale dell’attore de “L’esercito delle 12 scimmie”, mette in atto: “tattiche commerciali spietate e associazioni professionali dubbie che mettono a rischio la reputazione del marchio che Pitt ha accuratamente costruito negli anni”.

Nell’accusa si legge che l’oligarca e i suoi soci stiano cercando di prendere il controllo operativo della azienda per estromettere Pitt dalle trattative con i fornitori e i distributori. Inoltre bisogna evidenziare che non si tratta solo di businness ma anche del fatto che l’attore ha una sua casa privata all’interno della proprietà vinicola.

Per questi motivi l’attore sta chiedendo in aula un risarcimento economico per danni alla Jolie e l’annullamento della vendita della di lei quota di “Miraval”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base