Tutti pazzi per Soda Ful, la nuova bibita alla Spirulina che fa bene e combatte anche l’inquinamento

Finora nessuno aveva mai pensato di inventare una Bibita alla Spirulina. L’idea geniale (ed anche Green) arriva dai Paesi Bassi.

La Spirulina è un’alga molto conosciuta nel comparto salute e benessere. Viene considerata un Superfood e usata in integratori alimentari o preparati per dimagrire. Come ci conferma la Scienza, sono davvero tanti i cibi che possono migliorare la nostra salute. Oggi, la Bibita alla Spirulina farà bene anche all’Ambiente.

bibita alla spirulina
Adobe Stock

Si chiama Soda Ful ed è una bibita frizzante come altre. Solo che l’ingrediente principale è l’Alga Spirulina. In più, ed è questa la vera novità, la sua produzione combatterà anche l’inquinamento da Co2. È stata ideata da un team di esperti in tecnologia alimentare. La bibita fa da apripista a una nuova concezione di industria produttiva. Ma probabilmente avrà successo perché è buona.

Soda Ful, com’è la Bibita alla Spirulina?

Dalle prime informazioni che abbiamo, la soda alla Spirulina è certamente di colore blu, e frizzante. Il colore particolare è dato dalle caratteristiche organolettiche dell’alga. Non a caso questo ingrediente è usato in campo alimentare in molti preparati. Come ad esempio le energy-drink. La Spirulina, oltre ad avere un colore brillante, offre tante sostanze benefiche per l’organismo.

Presto nei supermercati troveremo anche questa deliziosa bevanda. E sembra che esistano già diverse varianti. Il gusto della Spirulina è notoriamente amarognolo. Ma i produttori hanno già ideato i vari gusti: lime e menta, pesca o zenzero & limone. In vista dell’estate, viene proprio voglia di assaggiarle tutte. Chi non vuole attendere, può già trovarle in vendita nel sito ufficiale fulcompany.com.

Stando proprio alle informazioni presenti sul sito, la Bibita alla Spirulina offre tanti benefici oltre ad un ottimo gusto dissetante. Promette un aumento delle funzioni immunitarie, alto apporto di magnesio, potassio e Calcio. E anche di dare più energia. Non mancano preziosi antiossidanti come Chlorophyll e C-Phycocyanin. Ma la vera rivoluzione starebbe nel processo produttivo, ideato per salvaguardare l’Ambiente.

Perché Soda Ful combatte l’inquinamento?

Il team che ha ideato la bibita non ha voluto solamente creare un drink diverso dal solito. Lo scopo è stato quello di inventare un nuovo modo ecologico di produrre bevande. L’azienda presenta così Soda Ful: “Fedele alle sue radici abilitanti la vita, FUL appartiene a una nuova categoria di cibo: “clima positivo“. FUL converte effettivamente più Co2 in ossigeno e sostanze nutritive di quanta ne emetta nel processo di produzione. Piuttosto che la produzione di nutrienti che funge da fonte di emissioni di Co2, la Co2 diventa una fonte principale per la produzione di Ful.

I produttori di Soda Ful lo chiamano “riciclo di Co2” perché la spirulina viene coltivata utilizzando Co2 emessa nell’atmosfera da altri processi industriali.

I produttori della bibita aggiungono anche che “FUL” non necessita di seminativi (lasciando la terra a disposizione per altri scopi come il ripristino degli ecosistemi naturali). E nemmeno di fertilizzanti, pesticidi, o abbondante acqua dolce. Evita quindi molti dei danni che le attuali fonti di alimentazione popolare causano alla nostra terra. Parliamo di deforestazione, perdita di biodiversità, desertificazione e utilizzo e inquinamento dell’acqua dolce.

In sintesi, siamo di fronte a qualcosa di molto più che un prodotto nuovo e invitante. Ci troviamo all’inizio di una nuova era, che vuole continuare ad avanzare e a produrre ma al tempo stesso tutelare il Pianeta. E una bibita non poteva che essere un perfetto, e frizzante, inizio.