Bonus senza ISEE, fino a 4.000 euro per famiglie e non solo

Il Governo per il 2022 introduce molti bonus e contributi senza ISEE rivolti a famiglie e non solo. Si potranno ottenere fino a 4mila euro.

Quindi, nonostante avesse dichiarato di voler tagliare la maggior parte dei contributi a causa del costo che avrebbero sulle casse dello Stato, il Governo in realtà non solo conferma i bonus ma ne introduce di nuovi.

bonus senza isee
Pexels

Tra l’altro per richiedere non è necessario presentare il modello ISEE e si potranno ottenere complessivamente fino a 4mila euro. Ecco quali sono.

Bonus fino a 4.000 euro senza ISEE, per famiglie e non solo

Il primo bonus di cui si parlerà è il cosiddetto bonus cultura che da quest’anno non è richiesta la presentazione dell’ISEE per fare la richiesta. Bisogna però rispettare gli altri requisiti: essere nati nel 2003 e diventati maggiorenni nel 2021.

È senza ISEE perché il bonus di 500 euro potrà essere richiesto anche in assenza dell’ISEE. Invece fino allo scorso anno lo potevano richiedere solo coloro che avevo un ISEE non superiore a 25mila euro.

I 500 euro, però, saranno virtuali e generati da 18app. Quindi si tratte in realtà di voucher spendibili solo per iniziative culturali, come biglietti per teatro, musei, concerti, libri, musica, ecc. Le domande si dovranno presentare entro il 30 agosto 2022.

Anche il bonus asilo nido si può richiedere senza presentare il modello ISEE. Il contributo spetta alle famiglie con figli a carico indipendentemente dal reddito. Il bonus garantisce un importo complessivo di 700 euro da suddividere in 11 mensilità.

Non va confuso con l’assegno unico e universale perché il bonus nido spetta alle famiglie con figli sotto i tre anni iscritti a un nido pubblico o privato. Potrà anche essere richiesto se il figlio ha una qualche disabilità che non permette la presenza fisica al nido. In questo caso, inoltre, decade il limite dell’età.

In realtà, per ottenere il bonus è possibile anche presentare l’ISEE in questo caso gli importi variano. Per esempio, a famiglie con ISEE basso spettano 3mila euro complessivi. Quindi, di conseguenza senza ISEE il contributo sarà più basso.

Bonus Tv e rottamazione

Un altro bonus che si potrà chiedere senza ISEE è il bonus Tv e quello della rottamazione dell’apparecchio televisivo. Si tratta di un contributo che il Governo ha fortemente voluto per favorire il passaggio al digitale terrestre.

Si tratta di una detrazione di 100 euro da applicare all’importo dell’acquisito di un nuovo televisore o di un decoder. Il bonus senza ISEE potrà essere fruito solo dopo aver rottamato la vecchia televisione. Questa andrà consegnata al rivenditore o presso un centro raccolta di fiducia per ottenere l’agevolazione che dovrà a sua volta rilasciare un certificato di avvenuto smaltimento.

Si ricorda che il bonus tv lo possono anche richiedere i beneficiari di legge 104 con ulteriori agevolazioni.

Assegno unico e universale

Entrato in via sperimentale il 1° gennaio 2022, in realtà è in vigore dal marzo 2022. Si tratta di un bonus rivolto ai nuclei familiari in presenza dei figli a carico con età inferiore ai 21 anni. Può essere richiesto anche senza la presentazione dell’ISEE, l’importante è che si rispettano i requisiti richiesti. Bisogna fare comunque attenzione sia alle truffe sia agli errori che potrebbero bloccare l’assegno.

L’assegno unico e universale può essere richiesto sia presentando l’ISEE sia, come detto, non presentando il modello. Ovviamente chi richiede il bonus con l’ISEE potrà ottenere un assegno più sostanzioso.

Invece, chi decide di non presentare l’ISEE, potrà ottenere 50 euro mensili se nel nucleo sono presenti figli minorenni. Se nel nucleo familiare sono presenti figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni di età, l’assegno sarà di 25 euro.

Si ricorda infine, che la domanda andrà presentata all’INPS entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati di marzo, aprile e maggio.