Famiglie felici, aumenta l’importo dell’Assegno Unico nel 2024: i nuovi importi

Liete notizie per le famiglie che otterranno mensilmente più soldi grazie alla rivalutazione dell’Assegno Unico. Scopriamo l’ammontare degli incrementi. 

Le famiglie con figli a carico fino ai 21 anni o senza limiti di età in caso di figli con disabilità riceveranno un Assegno Unico più ricco nel corso del 2024. Sono cambiati gli importi e anche i limiti delle fasce ISEE.

Nuovi importi Assegno Unico
Come cambia l’Assegno Unico nel 2024 (Informazioneoggi.it)

I primi pagamenti dell’Assegno Unico del mese di febbraio 2024 sono già iniziati e le famiglie noteranno somme più elevate. Tutto grazie alla rivalutazione del 5,4% secondo l’inflazione con adeguamento alle variazioni dell’indice del costo della vita deciso dall’ISTAT. I valori aggiornati riguarderanno tutto il 2024 con effetto dal 1° gennaio 2024. Significa che arriveranno gli arretrati di gennaio con la mensilità di febbraio.

La rivalutazione ha avuto effetto sia sull’importo dell’Assegno Unico sia sulle soglie ISEE. Significa che le famiglie che superavano di pochissimo un limite potrebbero ora trovarsi in una fascia più bassa e ricevere ancora più soldi rispetto al previsto. L’aumento, poi, riguarda anche le maggiorazioni previste al verificarsi di alcune condizioni come i genitori entrambi lavoratori o la presenza di figli con disabilità.

Leggi anche >>> Assegno Unico anche senza ISEE? Incredibile, ma vero!

Quantifichiamo gli aumenti dell’Assegno Unico per il 2024

Le tabelle con in nuovi importi dell’Assegno Unico sono stati riportate nel messaggio INPS numero 572 dell’8 febbraio 2024 nell’allegato 1. I valori sono tantissimi, noi riportiamo i principali. L’importo base massimo è di 199,4 euro per i figli minorenni con ISEE entro i 17.090,61 euro. Quello minimo con ISEE sopra i 45.574,96 euro è di 57 euro.

In caso di figli maggiorenni con età tra i 18 e i 20 anni l’importo sarà di 96,9 euro nella fascia ISEE più bassa mentre la maggiorazione per figli non autosufficienti corrisponderà a 119,6 euro, disabili grave a 108,2 euro e con disabilità media a 96,9 euro. Gli importi diminuiscono se i figli disabili sono maggiorenni. Rimanendo nella fascia più bassa segnaliamo la maggiorazione per le madri di età inferiore a 21 anni pari a 22,8 euro mentre il Bonus per il secondo percettore di reddito è pari a 34,1 euro. Passiamo ora agli importi della fascia più alta, oltre 45.574,96 euro. I figli maggiorenni riceveranno 28,5 euro mentre per ogni figlio successivo al secondo si otterranno 17,1 euro.

Per i figli disabili non autosufficienti l’importo della maggiorazione sarà di 119,6 euro, quella per i figli disabili gravi di 108,2 euro e con disabilità media di 96,9 euro. Per i maggiorenni gli importi saranno di 28,5 euro in più. Concludiamo con le maggiorazioni per le mamme under 21 e in caso di entrambi i genitori lavoratori. Gli importi per il 2024 sono rispettivamente di 22,8 euro e zero euro.

Leggi anche >>> Al via l’Assegno di Inclusione: come percepirlo insieme all’Assegno Unico? La procedura esatta per non sbagliare

Lascia un commento


Impostazioni privacy