Perché il telefono non si accende più e cosa fare: cause più comuni e i passaggi per provare a risolvere

Se il telefono non si accende più, occhio a questi passaggi per provare a capirne il perché e risolvere: i dettagli da sapere

Con la diffusione sempre maggiore della tecnologia nella vita di tutti i giorni, il telefono ha assunto sempre più un ruolo importantissimo nelle attività degli utenti. Lo smartphone infatti contiene dati, contenuti multimediali, file, senza dimenticare il fatto che è la porta d’accesso per comunicare, per l’intrattenimento, studio e lavoro e così via.

Perché il telefono non si accende più, cause e cosa fare
Perché lo smartphone non si accende più: cause più comuni e cosa fare – informazioneoggi.it

Pur trattandosi di uno strumento evoluto, tuttavia, possono verificarsi dei malfunzionamenti del telefono. Uno scenario che desta ansia e disagio negli utenti, proprio in virtù della rilevanza dello smartphone. Una domanda ricorrente, dunque, è perché il telefono non si accende più, insieme ovviamente a cosa provare a fare per risolvere il problema o almeno individuare le cause. In primo luogo, un aspetto importante riguarda la diagnosi preliminare per comprendere la natura del problema.

Al riguardo è bene tener presente che le motivazioni possono essere varie, ma vi sono alcune cause maggiormente comuni da approfondire. Anzitutto, il problema dello smartphone potrebbe riguardare il display, con il device dunque in realtà acceso ma col display danneggiato tanto da farlo sembrare spento.

Gli utenti hanno la possibilità però di controllare che la causa si leghi o meno allo schermo tramite un veloce test. Occorre tener premuto il tasto d’accensione all’incirca per trenta secondi per attivare il device, e poi aspettare un paio di minuti cosicché il sistema si avvii. Dopodiché, si può chiamare il numero attraverso un altro smartphone; se il telefono squilla, allora sarà acceso e funzionerà correttamente, eccetto per il display, col problema che sarà quindi stato individuato.

LEGGI ANCHECome far durare a lungo la batteria del telefono: pochi passaggi e ti dimenticherai di caricare

Perché il telefono non sia accende più e cosa fare: non solo il display, occhio a queste possibili cause

Non soltanto il display del telefono rotto, ma vi sono diverse possibili cause del perché lo smartphone non si accende più, e tra i tentativi da fare occhio anche alla batteria, poiché potrebbe essere scarica. Potrà sembrare forse banale, ma accertarsi che il device sia stato effettivamente messo in carica è un controllo importante.

Occorre quindi verificare che il caricatore sia collegato nel modo giusto alla presa, ed assicurarsi che non ci siano ostruzioni all’interno delle porte USB dello smartphone oppure del cavo, con l’eventuale presenza di polvere o di sporco che possa ostacolare la corretta connessione. Per pulire nel modo più sicuro le porte ed eliminare possibili detriti, si utilizza l’aria compressa, ma è sempre bene consultare prima gli esperti del campo.

È bene inoltre che l’utente verifichi che il cavo di ricarica funzioni correttamente, provandolo con un altro device, visto che non si può escludere che la ragione del problema risieda nell’usura e nel danneggiamento del cavo stesso. Proseguendo poi con alcune delle cause più comuni, attenzione anche al sistema operativo, qualora il telefono si accendesse ma non portasse a temine la fase d’avvio.

LEGGI ANCHE: Questi trucchi utilissimi al computer migliorano l’uso quotidiano: sono facili, ma molti li ignorano

La motivazione potrebbe legarsi ad un aggiornamento software non andato a buon fine, o magari all’installazione di una ROM custom che ha apportato errori. Al riguardo, una possibile soluzione potrebbe risiedere nel reset dello smartphone, ma attenzione perché ciò comporterà la perdita di ogni dato memorizzato sul dispositivo. È fondamentale dunque che vi sia e si faccia prima il backup dei dati più rilevanti, prima del reset del dispositivo Android, da compiere tramite la modalità Recovery.

Per muoversi nel menù si possono usare i tasti del volume, e si andrà a confermare la scelta tramite il tasto d’alimentazione. Si terranno dunque premuti contemporaneamente il tasto d’alimentazione e del volume per alcuni secondi, sino alla comparsa del logo Android. L’utente quindi selezionerà Wipe data/factory reset e poi Yes-Erase all data, così da cancellare tutti i dati e avviare il reset. Qualora anche tale operazione non avesse portato i risultati sperati, non resterà che rivolgersi ad un centro assistenza, valutando la convenienza o meno della riparazione, in base ai costi, rispetto eventualmente ad un nuovo acquisto.

Lascia un commento


Impostazioni privacy