Rivelazioni scioccanti di un veterinario: ecco le razze di gatti che non dovresti mai possedere e perché

Chi desidera adottare o acquistare un gatto per godere di ottima compagnia dovrebbe conoscere le rivelazioni di un veterinario.

Esistono due tipi di gatti, quelli di razza e quelli “europei”; quando si decide di inserire in famiglia un felino, di solito si opta o per la prima o perla seconda tipologia.

quali razze di gatti sono difficili da tenere
Alcune razze di gatti sono più difficili da accudire – Informazioneoggi.it

Adottare un gatto al gattile del Comune è certamente un’opera benefica, perché si regala una seconda chance a un animale che può dare moltissimo affetto. È così anche se preferiamo acquistarne uno di razza, solo che per certi versi risulta più complicato.

Secondo le affermazioni di un noto veterinario americano, infatti, alcune razze di gatti presentano molte criticità e tenerli con sé diventa molto più difficile, sia dal punto di vista pratico che emotivo. Scopriamo perché.

Se stai pensando di prendere un gatto leggi attentamente le dichiarazioni dello specialista, potrebbero cambiarti la vita

Di solito chi ama i gatti è perché pensa che siano meno impegnativi dei cani, ma che diano ugualmente molto affetto. In parte ciò è vero, però bisogna prestare attenzione anche alla razza del felino che decidiamo di aggiungere alla famiglia.

Leggi anche: Cane o gatto, chi è più intelligente? La risposta non è affatto scontata

Un noto veterinario ha elencato i problemi derivanti dalla scelta di alcune razze di gatti; conoscendoli, possiamo prendere la decisione più adatta alle nostre esigenze.

La prima razza felina menzionata dal veterinario è quella dei gatti Bengala. Questa tipologia è diventata molto famosa e ambita, perché il gatto Bengala assomiglia a un leopardo. In effetti questi felini sono ibridi, per metà selvatici, e dunque maggiormente restii ad accettare la vita simbiotica con gli umani. Hanno un carattere molto difficile e a volte possono diventare persino aggressivi.

I gatti Sfinge (o Sphynx) sono altrettanto difficili da tenere in casa, per svariati motivi. Se da una parte l’assenza di pelo li rende “affascinanti e intriganti”, la stessa condizione porta a doversi prendere cura di loro in modo più impegnativo. Ad esempio con bagni e shampoo frequenti. Ma non è tutto, perché secondo l’esperto i gatti Sphynx bramano ossessivamente coccole e attenzioni, tanto da risultare spesso invadenti e stressanti.

Un’altra razza di gatto a cui prestare attenzione sarebbe, secondo le parole del veterinario quella degli  Scottish Fold. Irresistibili esteticamente, a causa delle loro orecchie “ricce” e piccole, in realtà sono predisposti a disturbi cardiaci, e più precisamente a osteocondrodisplasia. Inoltre la peculiarità delle orecchie porta spesso e volentieri anche a anomalie cartilaginee e alle ossa. Ciò significa innanzitutto sofferenza emotiva nel vedere il gatto che si ammala e anche costi economici, perché come sappiamo le cure veterinarie sono molto onerose.

Ecco perché conviene sempre approfondire prima di andare ad acquistare un gatto, soprattutto se è di razza.

Lascia un commento


Impostazioni privacy