ISEE 2023: documenti da preparare per non commettere errori e come si calcola

ISEE è l’Indicatore di Situazione Economica Equivalente ed è utilizzato per la valutazione della situazione economica.

Prende in considerazione la situazione di tutti i componenti appartenenti al nucleo familiare.

Calcolo ISEE
Calcolo ISEE – InformazioneOggi

Si tratta di uno strumento di cui il suo valore è calcolato dall’INPS in base agli indicatori di reddito, patrimonio, componenti familiari, disabilità se presenti, ecc.

In questo articolo vedremo anche come calcolare l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

ISEE e la possibilità di risparmiare

L’ISEE al di sotto di specifiche soglie permette di accedere alle agevolazioni sanitarie e sociali.

Questa condizione, infatti, permette ad esempio di beneficiare si sconti per le tasse universitarie, bonus, sociali, carta acquisti, contributi per l’asilo nido, Reddito di Cittadinanza.

Varie tipologie di ISEE

L’ISEE nel 2017 è stato del tutto rinnovato, sia per quanto riguarda le regole per il calcolo sia per la procedura. Tale intervento ha permesso miglioramenti per quanto riguarda la valutazione del reddito e del patrimonio.

In base agli scopi differenti, esistono differenti tipologie di ISEE:

  • ordinario, valido per le generali prestazioni sociali agevolate;
  • sociosanitario;
  • socio-sanitario residenziale;
  • universitario;
  • minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi.

DSU ecco come ottenere l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente

Per ricavare la propria certificazione ISEE aggiornata bisogna prima compilare la DSU, cioè la Dichiarazione Sostitutiva Unica.

La suddetta dichiarazione deve essere presentata telematicamente sul sito INPS, accedendo con le proprie credenziali. Un altro modo sarebbe quello di recarsi presso gli uffici di centro assistenza fiscale, CAF, i quali daranno assistenza gratuita.

A seguito dell’invio della DSU, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale con i dati acquisiti anche dall’Agenzia delle Entrate, dopo 10 giorni lavorativi rilascia l’attestato ISEE.

Da precisare che in caso di omissioni o difformità l’ISEE non può essere considerato valido.

Documenti per ottenere l’attestazione

I documenti necessari per la compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica sono:

  • documento in corso di validità e codice fiscale del dichiarante;
  • codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • contratto di fitto e l’avvenuta registrazione, in presenza di affitto;
  • redditi percepito per l’anno 2021, quindi, Modello 730/2022 o Modello Unico, o CU 2022;
  • documenti o certificazioni de redditi esenti, come indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini IRPEF, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli;
  • dichiarazione IRAP per imprenditori agricoli;
  • saldo e giacenza media al 31/12/2021 di depositi bancari, postali, libretti di deposito;
  • situazione al 31/12/2021 di depositi bancari o postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi di investimento, forme assicurative di risparmio e qualsiasi altra forma di gestione del patrimonio mobiliare anche detenuto all’estero;
  • patrimonio netto dell’ultimo bilancio per lavoratori autonomi e società;
  • certificazioni catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se in possesso all’estero con valore IVIE;
  • residuo della quota capitale dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà al 31/12/2021;
  • targa o estremi di registrazione al PRA di autoveicoli e motoveicoli, quest’ultimi con una cilindrata pari o superiore a 500cc, navi e imbarcazioni da diporto, posseduti al momento della presentazione della DSU.

In caso di persone in possesso di invalidità all’interno del nucleo familiare, bisogna esibire anche:

  • verbale di invalidità civile;
  • verbale di handicap;
  • spese sostenute per il ricovero nelle strutture residenziali e per l’assistenza personale.

È opportuno precisare che la documentazione elencata deve essere presentata per l’interno nucleo familiare e non solo dal dichiarante.

Come si calcola l’ISEE ?

Il calcolo ISEE si ricava dal rapporto tra la somma dei redditi/patrimoni e la scala di equivalenza.

In base alla composizione del nucleo familiare, i parametri della suddetta scala sono così ripartiti:

Numero dei componenti del nucleoScala di equivalenza
11,00
21,57
32,04
42,46
52,85

 

Sono previste maggiorazioni di:

  • 0,35 per ogni ulteriore componente;
  • 0,5 per ogni componente avente disabilità media, grave o non autosufficiente;
  • 0,2 in presenza nel nucleo di tre figli;
  • 0,35 in caso di quattro figli;
  • 0,5 in caso di almeno cinque figli.

Ipotizzando il caso di una famiglia composta da marito, moglie, e 2 figli uno di 4 anni e l’altro di 10.

Il nucleo familiare vive in affitto pagando un canone mensile di 450 euro, i depositi bancari alla data del 31/12/2021 ammontano a 3.000 euro su conto corrente cointestato. Il capofamiglia svolge attività lavorativa un reddito lordo annuo di circa 21.000 euro.

In questa casistica il nucleo essendo composto da 4 componenti il valore della scala di equivalenza corrisponde a 2,46. L’ISEE calcolato sulla base dei dati inseriti è pari a 4.736.84 euro.

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.

Impostazioni privacy