Buono Postale Sostenibile: in 7 anni si riceve un doppio premio, occasione da non perdere

Poste Italiane mette sul tavolo del risparmio postale il Buono risparmio sostenibile: prodotto che si ispira a criteri ESG. Ecco cosa sapere.

Poste Italiane offre prodotti finanziari interessanti anche se per alcuni i tassi di interesse e, di conseguenza il rendimento, sono bassi.

buono risparmio sostenibile
InformazioneOggi

Ricordiamo che Cassa depositi e prestiti (CDP), la società che emette i buoni postali e li libretti di risparmio, nel 2022 ha alzato i tassi di interesse per ben due volte: la prima a inizio luglio e la seconda volta, sorprendendo i risparmiatori, a fine ottobre. Nel 2023 Poste Italiane ha in serbo molte novità che riguardano sia i servizi sia i buoni fruttiferi postali.

Nell’attesa di saperne di più, oggi parleremo di un buono che ha un tasso non molto alto (dell’1,50%) ma che promette anche un doppio premio. Stiamo parlando del Buono Risparmio Sostenibile che fa bene al portafoglio (aumentando il capitale) ma anche all’ambiente. Ecco i dettagli.

Buono Risparmio Sostenibile: investire il proprio denaro per 7 anni ricevendo un doppio premio, occasione da non perdere

Non c’è niente da fare i buoni fruttiferi postali saranno sempre scelti dagli italiani come prodotto finanziario che permette di far fruttare i propri risparmi. Sono buoni per ogni occasione grazie anche alle diverse scadenze comprese tra i 3 e i 20 anni.

Inoltre, sono prodotti garantiti dallo Stato perché emessi, come già ricordato da Cassa deposti e prestiti (CDP) e distribuiti da Poste Italiane attraverso la sua rete capillare di uffici postali, diffusi in tutto il territorio nazionale.

Non hanno né costi di sottoscrizione né di rimborso, salvo gli oneri fiscali. Sono anche esenti da imposte di successione e hanno il vantaggio di una tassazione agevolata al 12,50%. Infine, il sottoscrittore può chiedere il rimborso del capitale investito in qualsiasi momento entro il termine di prescrizione.

Ogni singolo Buono ha caratteristiche, scadenze e tassi di interesse diverso. Attualmente quello più conveniente è il Buono dedicato ai minori con un tasso annuo lordo a scadenza del 4,50%.

Il Buono Risparmio Sostenibile è stato emesso da Cassa deposito e prestiti a ottobre ed è un prodotto interessante perché si ispira ai criteri ESG (Environmental, Social and Governance). Si tratta di categorie con le quali si valuta una società per dare un giudizio generale su sostenibilità e impatto sociale/ambientale e sulle scelte operative della società. Ma partiamo dall’inizio parlando delle sue caratteristiche.

Caratteristiche del Buono

Con una scadenza fino a 7 anni, il Buono Risparmio Sostenibile ha un rendimento fisso e crescente con un tasso annuo lordo a scadenza dell’1,50%. Alla scadenza, nel momento del rimborso, si ottiene non solo il capitale e gli interessi maturati ma anche un altro “premio”. Questo però è legato all’andamento (purché positivo) dell’indice STOXX Europe 600 ESG-X. Ma ne parleremo nel paragrafo successivo.

In pratica, il Buono consente di investire nel medio periodo offrendo, in cambio, interessi che maturano dopo il primo anno dalla data di sottoscrizione. È bene sapere, però, che se il rimorso è richiesto prima di 1 anno gli interessi non saranno corrisposti. Invece, il capitale investito sarà rimborsato al 100%. Ecco la tabella con il rendimento annuale del Buono:

  • 1° anno: 0,50%;
  • 2° anno: 0,60%;
  • 3° anno: 0,75%;
  • 4° anno: 1,00%;
  • 5° anno: 1,10%;
  • 6° anno: 1,25%;
  • 7° anno: 1,50%.

Alla sua scadenza naturale, il risparmiatore

Al termine del settimo anno, quindi alla scadenza naturale del Buono, il risparmiatore riceverà il valore di rimborso, ovvero:

  • il capitale investito;
  • gli interessi maturati.

Ma potrà ottenere un altro premio che si basa, come detto in precedenza sull’’indice Stoxx Europe 600 Esg-X.

Che cosa è l’indice STOXX Europe 600 ESG-X

Questo indice racchiude alcune società che fanno parte del paniere STOXX Europe 600, uno dei principali benchmark azionari europei. Come spiega la Cassa depositi e prestiti «dal paniere vengono escluse le società non conformi agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’agenda ONU 2030 e allo ESG Impact Framework di Sustainalytics».

Tra le società escluse ci sono quelle coinvolte nel mercato delle armi controverse, nella produzione del tabacco. Ma anche società le cui risorse economiche provengono dall’esplorazione o dall’estrazione di carbone termico oppure che generino energia attraverso l’uso di questo materiale.

Come calcolare il rimborso alla scadenza del Buono Risparmio Sostenibile

Ma in cosa consiste il premio che il risparmiatore avrebbe sottoscrivendo questo Buono. La spiegazione arrivare da Poste Italiane: «l’eventuale premio alla scadenza che è uguale a una partecipazione percentuale dell’andamento, se positivo, attuato dall’indice ESG (Indice STOXX Europe 600 ESG-X) nel periodo in cui si detiene il titolo. Esso è calcolato sulla base del valore nominale della cifra investita portata alla scadenza».

Poste Italiane però ricorda che ottenere il premio l’indice deve essere positivo; quindi, in caso di variazione nulla o negativa questo non sarà riconosciuto.

Alcuni esempi di calcoli sono contenuti nella scheda di sintesi relativa al Buono fruttifero postale Risparmio Sostenibile. Per esempio, investendo 20mila euro vediamo quanto si guadagnerà a scadenza:

  • tasso di partecipazione del 50%: andamento dell’indice è uguale o minore dello 0% così come il premio lordo in percentuale e in euro è uguale a zero. Il valore rimborso lordo sarà di 22.196,90 euro (netto: 21.922,29 euro). Questo perché si calcola solo il valore nominale del Buono senza il premio;
  • tasso di partecipazione del 50%: andamento dell’indice al 50% e premio lordo del 25% e in euro pari a 5.000. In questo caso il valore di rimborso lordo a scadenza è di 27.196,90 euro (netto: 26.297,29 euro). In pratica, il rendimento effettivo a scadenza è del 4,49% mentre quello netto è del 3,99%.

Altre informazioni si possono chiedere al momento della sottoscrizione.