Stipendio importi NoiPA gennaio 2023: incredibile importo e attesa

Gennaio 2023 stipendio importi NoiPa, ecco alcune anticipazioni su cosa attendersi e cosa si troverà: i dettagli a seguire

Desta sempre grande attenzione il tema degli stipendio ed importi NoiPa, come nel caso di gennaio 2023: ecco cosa attendersi e alcuni dettagli su cosa vi si potrà trovare.

stipendio importi noipa
Informazione Oggi

A lungo ha tenuto banco il tema degli arretrati, con comprensibile grande interesse dei soggetti interessati. Ma ora che si è chiuso il 2022 e il mese di dicembre, si guarda già al 2023 e nel dettaglio agli stipendi ed importi NoiPa.

In tanti infatti si interrogano e si chiedono su cosa vi si troverà e cosa no, ed i dubbi in merito non mancano circa il cosa attendersi.

Per quanto concerne il personale della scuola, vi saranno gli aumenti? E cosa accadrà circa il taglio del cuneo fiscale? Questi alcuni interrogativi in tal senso.

Di recente, Mazzotti, funzionario del Ministero dell’Economia nonché colui che amministra il gruppo Facebook che si lega a tale tale, ha dato vita ad alcune FAQ. Ciò con l’intento di definire e dare chiarezza in merito a quella che sarà la gestione degli importi del mese prossimo. Ovvero come NoiPA gestirà tale aspetto.

Stipendio importi NoiPA gennaio 2023: ecco alcuni dettagli da sapere, cosa ci sarà e cosa no

Tanti e di diverso ambito gli spunti e gli aspetti che destano curiosità quando in generale si parla di scuola. Si pensi ad esempio alle borse di studio fino a quattromila euro per frequenza ITS: qui tutti i dettagli.

E ancora, alla questione smartphone a scuola: qui per saperne di più sulla recente circolare del Ministro dell’Istruzione e del Merito.

Tornando però al punto in oggetto, mediante le FAQ di cui si è occupato, come detto, Mazzotti, vi è modo di poter capirne di più rispetto a cosa attendersi e cosa si potrà trovare per quanto riguarda gli stipendi e importi NoiPA 01/2023.

Nel dettaglio, non vi sarà applicazione delle novità all’interno della legge finanziaria. E dunque il taglio del cuneo fiscale. Ciò dal momento che tecnicamente non lo si poteva fare in un giorno.

E ancora, non vi sarà rimborso dei contributi del due per cento circa dicembre, e non vi sarà l’incremento per quanto attiene l’identità vacanza contrattuale 2022-24. Per una ultima volta vi sarà l’assegno perequativo, e vi sarà poi l’adeguamento degli stipendi della scuola alle nuove tabelle.

Si legge ancora, come spiega nell’approfondimento ScuolaInforma.it, che non vi è stato lo stanziamento di risorse, in finanziaria, per quanto attiene i rinnovi di contratti, e infine dal momento che già vi è stato il pagamento il ventinove di dicembre, all’interno non vi saranno arretrati 2022.

I suddetti importi in questione, a breve dovrebbero fare la loro comparsa su NoiPa.