Addio Bollo auto: la regione italiana che inserisce una novità importante e non applica sanzioni

Pagare il bollo auto è un obbligo per chi guida e non farlo espone a sanzioni crescenti. C’è una regione italiana che ha però introdotto un regime di favore per gli automobilisti, in modo da agevolarli nel versamento del dovuto. 

Come è ben noto a tutti i patentati e, in particolare, a coloro che usano abitualmente l’automobile, il pagamento del bollo auto rappresenta una scadenza da segnare sul calendario e da non dimenticare, onde non rischiare sanzioni per il ritardo del pagamento.

bollo auto
Informazione Oggi

In particolare sono obbligati al versamento della tassa automobilistica coloro che, alla scadenza del termine utile per il bollo auto, risultano essere proprietari del veicolo al pubblico registro automobilistico (PRA).

Lo dice chiaramente l’Agenzia delle Entrate nel proprio sito web: la tassa automobilistica è gestita dalle Regioni e dalle Province Autonome di Bolzano e Trento, ma sono eccezione le Regioni Friuli Venezia Giulia e Sardegna, territori nei quali invece la tassa è gestita dall’Amministrazione finanziaria stessa.

Ebbene, potrà stupire più di un’automobilista ma al bollo auto, in una specifica regione italiana, si applica la proroga pagamenti con zero sanzioni, e ciò rappresenta certamente un’agevolazione non indifferente. Scopriamo insieme qual è questa regione.

Bollo auto non pagato? Puoi scoprirlo subito dal sito ACI, la procedura è semplice

Bollo auto: cenni generali sulla tassa automobilistica

Rispetto a quanto tra poco diremo, giova dapprima ricordare che il bollo auto deve essere pagato ogni anno da chi è proprietario di una o più automobili con assicurazione auto, al di là del fatto che il mezzo di trasporto circoli o meno nella rete viaria italiana.

L’ammontare del bollo auto è legato alla potenza del veicolo, espressa in kW oppure in cavalli, e al suo impatto ambientale a livello di emissioni. Rimarchiamo che ciascuna regione italiana ha dei diversi parametri di riferimento, conseguentemente l’ammontare del tributo da pagare annualmente cambia nell’importo da una regione all’altra.

L’automobilista tenuto a questo obbligo può controllare quanto dovrà versare ed entro quale data, facendo riferimento allo strumento di calcolo online messo a disposizione dall’ACI e dall’Agenzia delle Entrate. Ricordiamo inoltre che il bollo auto può essere pagato presso l’ACI, le tabaccherie Lottomatica, gli uffici postali, le agenzie di pratiche automobilistiche, e, in determinate regioni, anche online.

Pagamento bollo auto: ecco in quale regione c’è la proroga senza sanzioni

Tra le tante scadenze di fine anno, che si sommano alle spese e ai consumi tipici del periodo delle feste, non sono pochi gli automobilisti che preferirebbero non aggiungere anche il bollo auto tra i pagamenti di questo periodo. Ma il punto è che, se è vicina la scadenza, non si può fare altro che rispettarla e pagare il dovuto alla regione, per non incappare in una sanzione. In termini pratici ciò vuol dire che una volta giunti a scadenza, occorre essere rapidi nel pagamento del bollo auto, per non rischiare di pagare molto di più.

Tuttavia, come anticipato in apertura, c’è una regione italiana in cui questo regime sanzionatorio non vale, ed è la Sicilia. Infatti soltanto in questa regione, dotata peraltro di una peculiare autonomia, è stata fissata una proroga dei pagamenti del bollo auto, con l’agevolazione di non incappare in alcuna sanzione amministrativa in ipotesi di ritardo. Questo perché il dipartimento regionale delle Finanze ha varato una nuova scadenza per il bollo – il 28 febbraio del prossimo anno.

C’è già un precedente dello stesso tipo

Vale la pena ricordare che proprio in questa regione, in virtù di una legge regionale di quest’anno, c’è già stata una proroga identica e valevole fino al 31 dicembre. Ora la nuova decisione dell’estensione della proroga per altri due mesi.

Ci riferiamo in particolare a coloro che potevano usufruire dell’agevolazione “Straccia bollo”, la quale consentiva peraltro di pagare il bollo entro il 30 novembre di quest’anno. In buona sostanza, se è fresca la notizia della proroga del pagamento bollo auto senza sanzioni fino alla fine del prossimo febbraio, in verità siamo innanzi non ad una ma a tre distinte proroghe in pochi mesi.

In linea generale ricordiamo peraltro che, sebbene non sussista alcun rischio per la viabilità in quanto l’automobilista potrà guidare anche col bollo auto scaduto, se non si paga in tempo la conseguenza sarà quella di dover pagare una sanzione crescente, ogni giorno che passa senza versamento del dovuto. Sostanzialmente, in base alle regole in materia, più  tempo passa, più aumenta la tassa.

Occhio ai requisiti per accedere all’agevolazione bollo auto

Tuttavia va ricordato che non tutti gli automobilisti potranno sfruttare l’agevolazione in oggetto. Questo perché i requisiti per accedere alla terza proroga dei versamenti sono i seguenti:

  • essere residenti nella Regione Sicilia;
  • avere accesso all’agevolazione “Straccia bollo”;
  • avere da pagare un bollo auto non pagato dal 2016 al 2021.

Le istituzioni locali siciliane hanno inteso varare la proroga bollo auto in oggetto nel chiaro intento di aiutare i cittadini in difficoltà con le spese, e ciò anche in considerazione del fatto che il meccanismo pare funzionare – se pensiamo che più di 150 mila siciliani sono poi riusciti a saldare gli arretrati nei mesi scorsi. Staremo dunque a vedere se, anche questa volta, la proroga riuscirà a cogliere gli obbiettivi desiderati.

Impostazioni privacy