3 Menù salutari che permettono di concedersi anche il Dessert, ecco le Diete del Ministero della Salute

Possiamo trovare alcune proposte di Menù salutari nel sito del Ministero della Salute. Non occorre spendere tanti soldi per rimanere in forma.

Può capitare di voler cambiare regime alimentare per tornare in forma. Non dobbiamo necessariamente spendere in consulenze con dietologi, e nemmeno per acquistare cibi particolari. Il Ministero della Salute ci fornisce gratuitamente preziose informazioni.

Menù salutari
Canva

Quando si parla di dieta bisogna davvero stare attenti. Sono numerosissime le proposte che ci arrivano un po’ da tutte le parti: le diete dei Vip, quelle per perdere peso velocemente “senza rinunce”, quelle vegane, quelle iperproteiche e altre ancora.

Dobbiamo comprendere, però, che non siamo tutti uguali e che necessitiamo di nutrienti diversi in base allo stato del nostro organismo. E soprattutto dobbiamo stare attenti a non adottare una dieta in modo “leggero” perché potremmo anche rischiare la salute.

Non a caso negli ultimi anni la Ricerca sulla nutrizione sta andando verso una precisa direzione: la personalizzazione completa. La Scienza sta studiando regimi alimentari che potremo adottare in base al nostro DNA, o altre specifiche peculiarità del nostro corpo.

Se vogliamo però trovare ispirazione per qualche menù salutare possiamo rifarci alle indicazioni del Ministero della Sanità, che offre informazioni corrette su come mangiare sano spendendo anche poco. E concedersi anche una fetta di dolce.

Le indicazioni, semplici da seguire, del Ministero della Salute

All’interno del sito ufficiale del Ministero della Salute possiamo trovare preziose – anche se generiche ovvio – informazioni su come mantenerci in salute. E visti i tempi di crisi economica, anche su come alimentarci correttamente senza spendere una fortuna.

Una delle regole d’oro da rispettare è quella di controllare innanzitutto la qualità e la freschezza dei cibi. E poi di evitare un’alimentazione monotona, basata sempre sugli stessi alimenti: ciò può causare squilibri e aumentare anche l’insorgenza di malattie. Ogni settimana dovremmo assicurarci il consumo di tutti i gruppi di alimenti diversi: dai cereali e tuberi alla frutta e ortaggi, dalla carne e pesce fino a latticini, uova e grassi dati dai condimenti.

Riportiamo allora una sintesi delle indicazioni contenute in un opuscolo del Ministero,  cercando così di offrire un contributo a chi desidera affidarsi a informazioni di natura certificata. Ovviamente, ricordiamo ancora una volta che ogni persona è a sé e chi desidera intraprendere un nuovo piano alimentare deve rivolgersi al medico di famiglia, che saprà certamente indicare il percorso più idoneo.

3 Menù salutari che permettono di concedersi anche il Dessert

Ecco alcuni esempi di alimentazione da cui prendere ispirazione per rimanere in forma anche senza spendere una fortuna.

  1. Menù numero 1 – Tanta Salute anche con un trancio di Pizza. Iniziamo la giornata con un vasetto di Yogurt magro o un bicchiere di latte con 30 grammi di biscotti o cereali. A pranzo, scegliamo un taglio di carne bianca da 200 grammi e accompagniamola con almeno 150 grammi di verdure di stagione; aggiungiamo due fette di pane (sui 50 grammi l’una) e della frutta. Possiamo mangiare uno yogurt o della frutta come spuntino/merenda. Per cena, potremo concederci la Pizza (250 grammi) e una porzione di frutta.
  2. Menù 2 – riscopriamo i formaggi freschi. Nella seconda proposta troviamo un menù davvero leggero. A colazione partiamo sempre con yogurt/latte e biscotti/cereali. A pranzo, invece, scegliamo 70 grammi di riso o pasta con 60 grammi di legumi e concludiamo con contorno di verdure e ortaggi almeno per 200 grammi. Per gli spuntini si seguono le indicazioni di cui sopra. A cena scegliamo 150 grammi di formaggio fresco, accompagniamo con contorno di verdure e due fette di pane da 50 grammi l’una.
  3. Con il terzo Menù arriva anche il Dessert. A colazione seguiamo le indicazioni delle due precedenti proposte, ovviamente alternando biscotti, latte, yogurt e cereali per variare. Lo spuntino invece, in questo menù, prevede del Muesly o delle Barrette (attenzione a scegliere quelle con meno zuccheri possibili). A pranzo mettiamo in tavola 80 grammi di tonno e 200 grammi di patate, contorno di verdure e ortaggi (250 grammi) frutta fresca e pane. Per cena, troviamo sempre 250 grammi di verdure insieme a 50 grammi di prosciutto crudo e 50 grammi di pane. Concludiamo il pasto con 50 grammi di dolce e una porzione di frutta.

(le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici o pubblicazioni su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news