Ritiro immediato: ‘non mangiate queste uova’ 🤮 potrebbero contenere Salmonella, pericolo per la salute

Ogni giorno il ministero della Salute pubblica avvisi di allerta alimentare con lo scopo di ritirare alimenti contaminati.

Tra i tanti richiami spiccano sia quelli causati da pezzi di vetro negli alimenti sia quelli contaminati da Salmonella.

allerta alimentare
Canva

Si tratta di un batterio che causa una malattia chiamata salmonellosi che causa focolai di epidemia a causa di alimenti infetti. Tra i sintomi febbre, diarrea, crampi addominali entro 12-72 ore dal consumo; qualora l’infezione arrivasse al sangue potrebbe provocare anche la morte.

Allerta alimentare: attenzione a queste uova potrebbero contenere Salmonella, ritiro immediato

Potrebbe essere la presenza di questo batterio nelle uova di un noto marchio il motivo dell’allerta alimentare.

Nello specifico, si tratta di uova confezionate con il nome COPAV. Il prodotto è commercializzato da AURORA S.R.L., azienda di Falconara Marittima (Ancona), mentre il marchio di produzione è Avimarche. La sede dello stabilimento è a Ostra Vetere in provincia di Ancona.

Il motivo del richiamo è: “Positività per Salmonella Enteritidis a seguito di campionamento ufficiale feci galline ovaiole”. Il test è stato eseguito dal ASUR Area Vasto 2 il 27 ottobre 2022 (codice all. 036AN089), mentre il rapporto di prova è il numero 85652 del 5 novembre 2022.

L’allerta alimentare e il relativo ritiro riguardano le confezioni n. 180 uova e n. 90 uova. Invece, il numero dei lotti e la relaziona scadenza sono i seguenti:

  • L22420650AVI con scadenza 16.11.22;
  • 22420655AVI con scadenza 17.11.22;
  • 22430669AVI con scadenza 23.11.22;
  • 22440674AVI con scadenza 27.11.22

Il ministero raccomanda i consumatori che abbiano acquistato queste confezioni di uova a non consumarle. Infatti, devono essere riportate il prima possibile al punto vendita per il rimborso e l’eventuale sostituzione. In questo caso non è necessario presentare lo scontrino fiscale.

Ricordiamo che la Salmonella è un batterio molto pericoloso e nel caso si sospetti una contaminazione conviene immediatamente contattare il medico.