Forno a Microonde, il pericolo è dietro l’angolo: a cosa devi stare attento

È possibile rischiare danni durante l’uso del forno a microonde? La risposta è sì, ma per fortuna bastano alcune accortezze.

Tra gli elettrodomestici che non “conoscono mai crisi” c’è sicuramente il forno a microonde. Questi dispositivi costano relativamente poco e offrono numerose funzioni, sempre in crescita con l’avanzare della tecnologia.

forno a microonde
Canva

In passato, infatti, venivano usati per lo più per scongelare velocemente i cibi surgelati. Oggi, invece, i forni a microonde vantano funzionalità quasi superiori ai forni tradizionali. Cotture complete di alimenti, funzione grill, lievitazione, cottura a vapore, sono solo alcune delle novità.

Inoltre non dimentichiamoci che il Microonde consuma meno elettricità rispetto ai fornetti o ai forni da incasso. O meglio, ottimizzando la resa permette di risparmiare sulla bolletta.

Ovvio che sempre più persone scelgano di usare un forno a microonde piuttosto che un fornetto elettrico, o quello classico magari perché è troppo grande. Però non dobbiamo dimenticare che anche l’uso di questo dispositivo porta con sé alcuni “contro”.

Forno a Microonde, il pericolo è dietro l’angolo, ecco a cosa devi stare attento

Come per altri dispositivi, vedi i cellulari, per anni si è parlato di rischio tumori legato all’uso del forno a microonde. Ciò per fortuna non è vero, ma usare questo dispositivo porta comunque la possibilità di danni alla salute. Infatti dobbiamo sapere che alcuni cibi riscaldati, soprattutto se non proprio freschissimi, possono mantenere la carica batterica.

Se ad esempio abbiamo in frigo una porzione di cibo che vogliamo rimettere in tavola, cuocendolo in padella eliminiamo i batteri che sono proliferati. Ma nel microonde le temperature raggiunte non bastano a ucciderli. Dunque usiamolo per scaldare solamente cibi freschissimi, o che non si trovano nel frigorifero da molti giorni.

I pericoli poi risiedono anche nei materiali che inseriamo nel forno quando prepariamo i cibi. Ci sono alcune cose – alimenti e non food – che non vanno assolutamente usati nel microonde.

In primis i fogli e le vaschette in Alluminio. Questo materiale può surriscaldarsi e causare scintille che possono anche innescare un incendio del forno. Altri materiali vietati sono tutte le plastiche, il polistirolo, il vetro, i contenitori di carta (tipo quelli del fast food), i thermos e i piatti di ceramica con inserti metallici. In pratica, dobbiamo procurarci esclusivamente i contenitori che hanno il simbolo apposito, che ne certifica l’uso sicuro nel microonde.

Se non vogliamo poi “esplosioni” dei cibi dobbiamo ricordare di non inserire mai nel forno tutti gli alimenti che hanno buccia o guscio: uova, patate, pollo, pomodori eccetera. Se vogliamo mantenere la buccia, dobbiamo almeno bucherellarla. Non usiamo poi il Peperoncino: forse non tutti sanno che (oltre a poter esplodere perché ha la buccia) le onde elettromagnetiche sviluppate dal forno lo rendono nocivo per la salute.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news