Con questa semplice ricetta, c’è solo da leccarsi i baffi! Il successo è garantito!

Pochi la conoscono, ma c’è tempo per recuperare: ecco come reinventare questa verdura e darle quella attenzione culinaria che merita da tempo.

Forse non è amatissima in cucina e sicuramente i bambini non ne vanno pazzi. Ma con questa ricetta squisita la bietola non potrà più mancare sulla nostra tavola.

bietola
Canva Foto

Possiamo dire che, con buona probabilità, nonostante gli adulti la conoscano, di certo non la considerano una presenza necessaria nei loro pranzi e cene. Tuttavia, la bietola è ricca di sostanze benefiche che ci permetteranno di vederla sotto un’altra luce. La bietola è una varietà della più famosa barbabietola ed appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae. Nasce nella parte meridionale dell’Europa e, in particolare, nella zona del Mediterraneo.

Può fare soltanto bene alla nostra salute dato che è ricca di vitamine, ma anche di sali minerali, acido folico, acido ossalico e di fibre. Le foglie più verdi sono dei serbatoi pieni zeppi di vitamine e di carotene. Inoltre, non esistono limiti nella consumazione: infatti, si possono mangiare tranquillamente le foglie e anche il gambo.

Restiamo in tema “cucina” e diamo un’occhiata ad altre curiosità e notizie. Ad esempio, perché non provare a cucinare le polpette in umido, con spezie ed erbe che le rendono più gustose? Non è una ricetta, ma una notizia a cui fare attenzione quella che riguarda la salsiccia stagionata di alcuni marchi. Detto questo, scopriamo una ricetta in cui la bietola è la protagonista assoluta.

Come rendere squisita la bietola, la ricetta che sicuramente non conoscevi

Iniziamo sicuramente dal nome: stiamo parlando di uno sformato che può essere consumato da ben quattro persone. Per quanto riguarda gli ingredienti, abbiamo bisogno delle nostre bietole, ovvero di una quantità parti a 700 grammi. Poi, sale quanto basta, due uova, uno spicchio di aglio e del pangrattato quanto basta. Poi ancora, 125 grammi di mozzarella, del peperoncino quanto basta e di 60 grammi di parmigiano grattugiato. Infine, dell’olio d’oliva quanto basta.

Qual è il procedimento da seguire?

Cominciamo proprio dalle bietole che devono essere lavate con scrupolo ed eliminate delle foglie più esterne. Si sciacquano quelle che restano per poi essere lessate in una pentola piena di acqua bollente. Il tempo necessario per tutto questo sono circa 15 minuti.

Fatto ciò, bisogna scolarle e poi tagliarle a pezzettini per poi farle saltare in padella per almeno cinque minuti. Ovviamente, le bietole non devono essere da sole, ma condite con il peperoncino, l’olio e l’aglio. Finito anche questo step, si passa il tutto in una ciotola.

Si prende la mozzarella, la si taglia a dadini e la si aggiunge a delle uova sbattute e al parmigiano grattugiato, avendo a disposizione un’altra ciotola in cui poterlo fare. Si inserisce il sale in base ai propri gusti e si uniscono le bietole della prima ciotola menzionata.

Gli ultimi step da seguire

Infine, si prende una teglia, la si unge di olio e la si riempie, quanto basta, di pangrattato. In seguito, si versa tutto il composto poco prima citato e si livella bene bene, quasi a creare una sorta di torta. Altro pangrattato per coprire la superficie ed il tutto è pronto per essere cotto al forno.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questo deve essere preriscaldato a 180 gradi. In seguito, si cuoce al suo interno il nostro sformato per mezz’ora. Passato il tempo necessario, si estrae il nostro capolavoro e lo si lascia intiepidire un po’. Tuttavia, è un piatto che può essere tranquillamente servito anche da freddo.