Listeria, la lista dei prodotti contaminati si allunga: il pericolo arriva da più fronti

La contaminazione da Listeria coinvolge diversi prodotti. Il Ministero della Salute lancia l’allerta, ora i consumatori devono controllare gli acquisti effettuati.

Si allunga la lista dei richiami alimentari causati dal batterio Listeria, altamente pericoloso in alcune condizioni.

Listeria
Canva

Una recente notizia riporta la morte di un uomo ad Alessandria per aver consumato wurstel crudi contaminati da Listeria. Il batterio sta causando numerose vittime e il pericolo non si limita ad un unico prodotto. Oltre alle confezioni di wurstel di diversi marchi – tra cui Wudi Aia – è stato segnalato la scorsa settimana il ritiro di tramezzini con prosciutto e maionese. Ora il Ministero della Salute informa i cittadini di ulteriori allerte che hanno come comune denominatore proprio la Listeria.

Listeria, la lista del prodotti contaminati

La lista dei prodotti contaminati inizia con la porchetta di Ariccia Igp del marchio Selezioni Alta Qualità Iperal. I lotti ritirati dagli scaffali sono i numeri V232134, V232703, V233395, V234224, V234230, V235970, V236049 con termine ultimo di conservazione fino al 30 ottobre 2022. Il produttore è Supermercati Iperal Spa, azienda Prosciuttificio San Michele Srl di Lesignano de’ Bagni (Parma).

Continuiamo con il richiamo precauzionale di un lotto di pesto finocchietto selvatico a marchio Alicos. Il numero è 15ST22 con data di scadenza 15 settembre 2024. Le confezioni ritirate sono quelle da 190 grammi. I punti vendita interessati sono Eataly e Alicos Srl di Torino Lingotto, Bologna, Bologna Fico, Milano, Genova e Firenze.

Un altro richiamo alimentare segnalato dal Ministero della Salute riguarda lotti di mandorle fritte con zucchero, miele e sale Sol&Mar. I numeri incriminati sono 1114681 con termine ultimo di conservazione il 5 aprile 2023, 1114407 con termine ultimo di conservazione 2 maggio 2023 e 1114543 con termine ultimo di conservazione 19 maggio 2023. L’azienda confezionatrice per conto di LIDL è Borges Agricultural & Industrial Nuts SA, stabilimento di Reus, in Spagna.

Richiamato anche prosciutto cotto da Penny Market

Penny Market ha segnalato il ritiro di confezioni di prosciutto cotto Sapor di Cascina per la possibile presenza di Listeria. Il numero di lotto incriminato è 223467 con data di scadenza 20 ottobre 2022. La confezioni di vendita è da 150 grammi. La produzione è dell’azienda Motta, stabilimento di via Capuana 44, Barlassina (Monza e Brianza).

Tutti i prodotti segnalati non devono essere consumati ma riportati presso il punto vendita. Qui si potrà richiedere il rimborso anche senza presentare lo scontrino di acquisto dell’articolo presumibilmente contaminato da Listeria.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news