Vale una fortuna la 10 Lire con la spiga, è il momento di controllare nei cassetti e sperare di trovarle

Il valore delle 10 Lire con la spiga può essere davvero alto. Bisogna avere la fortuna di trovare le monete giuste, però. Ecco quali sono.

A volte un ritrovamento casuale può davvero cambiarci la giornata. Nel caso di alcune vecchie lire, in meglio.

valore delle 10 lire con la spiga
Canva

Infatti sono davvero tante le monete ricercate dai collezionisti. Non solo rare o con errori di conio, ma anche comuni. I motivi sono i più disparati, ma per fortuna c’è sempre qualcuno interessato ad alcuni pezzi. Che potremmo avere in casa e non saperlo neanche. Dunque è il momento di controllare subito nei cassetti, negli armadi, o nei vecchi barattoli. Potremmo guadagnare un bel gruzzoletto in men che non si dica.

Le 10 Lire erano diffusissime in tutta Italia e ne esistono in circolazione ancora migliaia, se non di più. Vennero coniate per la prima volta nel 1951 e forse non tutti sanno che ne sono state prodotte fino al 2001. Durante alcuni anni invece, tra il 1956 e il 1965 la produzione cessò. Vediamo se ne abbiamo conservate alcune di quelle che “pagano” di più.

L’incredibile valore delle 10 Lire con la spiga, è il momento di controllare nei cassetti e sperare di trovarle

Ricordiamo brevemente com’è fatta la moneta in questione. Le vecchie 10 Lire sono di un particolare materiale, una lega leggerissima e resistente chiamata Italma. Hanno un diametro di 23,2 millimetri e pesano all’incirca 1,5 grammi.

Su di una faccia presentano l’incisione di un aratro, contornato dalla scritta “Repvubblica Italiana”; in basso troviamo il simbolo in rilievo “R”, della Zecca di Roma, e anche l’anno di emissione della moneta. Sull’altro lato la raffigurazione delle spighe, che prendono direzioni diverse, e il numero 10 che ne indica il valore.

Esistono più di 40 varianti di vecchie 10 Lire, molte di queste hanno un valore molto interessante.

Se troviamo ad esempio le 10 lire con la spiga del 1954 abbiamo fatto “bingo”. Si tratta di uno degli esemplari più preziosi e ricercati dai collezionisti. Vendendola, possiamo ricavare fino a 100 Euro. Più la moneta è conservata bene e maggiori soldi potremo guadagnare.

Comunque,  tutte le monete in generale da 10 lire emesse negli anni ’50 sono molto ricercate e possono valere intorno ai 30 Euro. In più, una 10 lire  in particolare, coniata nel ’65, vale anch’essa sui 30 Euro.

Altre monete che “pagano” sono quelle che presentano errori di conio. Non sono rarissime. Una ad esempio è la 10 lire del ’91. Questa moneta può presentare gli assi al contrario, e con essa si possono ricavare anche sui 70 Euro.

Se abbiamo trovato nei cassetti una o più di queste monete, meglio correre a pulirle, così da venderle nella loro condizione migliore e guadagnare il massimo.

Impostazioni privacy