L’importo medio dell’RdC è sempre più basso: si sta andando verso la sparizione?

L’importo medio dell’RdC sta diminuendo ogni mese attestandosi sui 549 euro nel mese di agosto quando il massimo ottenibile è di 780 euro pe un singolo individuo e di 1.380 euro per i nuclei più numerosi.

Cosa accade al Reddito di Cittadinanza? Come mai la somma media erogata è sempre più bassa?

importo medio RdC
Canva

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha pubblicato l’Osservatorio su Reddito e Pensione di Cittadinanza” relativo al mese di agosto 2022. I risultati hanno mostrato un importo medio erogato più basso del previsto. Parliamo di 549 euro quando la somma massima percepibile è di 9.360 euro all’anno per una sola persona (780 euro al mese) e di 16.560 euro annui per le famiglie più numerose (1.380 euro al mese). Per capire i motivi legati alle basse erogazioni occorre approfondire le variabili che influiscono sull’importo corrisposto ai percettori dell’RdC e della PdC.

Come si calcola il Reddito di Cittadinanza

L’INPS calcola l’ammontare della ricarica mensile per i percettori di Reddito di Cittadinanza basandosi sull’ISEE e sulle varie informazioni in proprio possesso. Per quanto riguarda il beneficio economico occorre distinguere due quote, una che fa riferimento all’integrazione salariale per poter superare la soglia di povertà. L’altra viene erogata qualora il beneficiario della misura paghi un canone di locazione o le rate del mutuo.

La somma massima spettate a persona è di 780 euro al mese moltiplicato per la scala di equivalenza corrispondente al numero dei componenti del nucleo familiare. Al risultato occorrerà sottrarre, poi, il reddito della famiglia. Ad agosto hanno ricevuto la prestazione 2,51 milioni di persone con il coinvolgimento di 1,18 milioni di nuclei. L’erogazione media si è attestata sui 549 euro. Cosa significa questo dato?

L’importo medio dell’RdC è basso, da cosa può dipendere

L’Osservatorio dell’INPS ha riportato tre dati importanti con riferimento all’RdC. Un importo medio di 549 euro a livello nazionale, una media di 489 euro per i nuclei con all’interno cittadini disabili e un importo medio di 679 euro per le famiglie con minori. Parliamo di somme inferiori rispetto al massimo consentito. Ciò significa che molti percettori hanno un lavoro poco retribuito che fa diminuire l’ammontare del Reddito di Cittadinanza. Tanti altri vivono da soli e non hanno una famiglia a carico. In questi casi, infatti, la somma più bassa inciderà notevolmente sulla media generale.

Il quadro descritto dall’Osservatorio, dunque, non è specifico e non aiuta a comprendere l’utilità o meno della misura. Misura che, ricordiamo, cambierà presto con la vittoria del centro destra alle elezioni del 2025. Nella sua forma originale, infatti, l’RdC non convince. Giorgia Meloni ha le idee chiare sulla trasformazione del beneficio che dovrà essere riservato a poche categorie. Gli “esclusi” verranno aiutati con politiche del lavoro efficaci. Questo il piano, aspettiamo la sua realizzazione.

Impostazioni privacy