Auto, se la svolta green è un sogno ci sono i contributi per realizzarlo: quanti soldi si risparmiano?

Chi vuole passare ad un’auto elettrica risparmiando grazie agli incentivi? La svolta green è ora doppiamente possibile, scopriamo come.

Vediamo quali sono i contributi da richiedere per cambiare auto e scegliere un modello ecologico che rispetta l’ambiente.

auto ecologica
Adobe Stock

Negli anni è cresciuta l’attenzione dei cittadini verso il pianeta. I cambiamenti climatici in atto, i grandi disastri ecologici che stanno capitando hanno fatto scattare un campanello d’allarme nella testa delle persone. Sperando di essere ancora in tempo, occorre rimediare ai danni inferti alla Terra con decenni di inquinamento e noncuranza della salute del mondo che ci ospita. Ora è il momento di tutelare l’ambiente e anche i risparmi. Usare l’energia rinnovabile, ad esempio, consente sia di ridurre emissioni nocive sia di limitare i consumi di luce e gas con un notevole risparmio in bolletta. Poi c’è la questione “auto”. Sarebbe bello passare ad un modello elettrico poco inquinante ma il problema per tante famiglie sono i costi proibitivi dei veicoli. Si fatica a pagare una bolletta da 200 euro, come si può pensare di comprare un’auto da 25 mila euro? Gli incentivi attivati dal Governo possono aiutare a ridurre la spesa.

Auto, ecco gli incentivi da conoscere per l’acquisto di un modello green

A breve tutti i cittadini dovranno adeguarsi e acquistare un’auto nuova poco inquinante. Le zone ZTL che limitano il passaggio dei veicoli più inquinanti e l’entrata in città riservata a chi dispone di ultimi modelli sono gli esempi più palesi di come sia in atto un cambiamento a cui, prima o poi, ogni automobilista dovrà adattarsi.

In diversi Comuni italiani sta diventando quasi impossibile circolare con un’auto Euro 2 oppure Euro 3 o 4. Di conseguenza, anche gli automobilisti che non vorrebbero cambiare il proprio veicolo sono costretti a guardarsi intorno per scoprire i costi di un eventuale nuovo acquisto. Oltre ai contributi statali che il Governo ha raddoppiato e che a breve verranno erogati, i singoli Comuni attivano incentivi per aiutare la popolazione a sostenere una spesa economicamente rilevante. Milano è un esempio da citare.

Il bando del Comune di Milano, 12.480 occasioni di risparmio

Milano ha attivato un bando che prevede un buon numero di incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici, a benzina e ibridi. I residenti nel Comune meneghino possono risparmiare a condizione che la scelta verta su mezzi con basse emissioni di CO2, inferiori a 135 g/km. In più, c’è un altro requisito da rispettare ossia il limite ISEE. Sono tre le fasce che consentono la richiesta dei contributi. Fino a 12 mila euro, tra 12 mila e 15 mila euro, tra 15 mila e 20 mila. A seconda dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente si potrà ottenere un preciso importo fino ad un massimo di 12.480 euro. Senza ISEE o con ISEE superiore a 20 mila euro l’incentivo non potrà superare i 9 mila euro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Inoltre, il bando prevede il rispetto di altre condizioni. L’auto che si intende acquistare dovrà avere un costo inferiore a 45 mila euro e si richiedere la rottamazione di un vecchio veicolo inquinante (fino ad Euro 4 per le macchine a benzina e fino ad Euro 5 per quelle a gasolio). Da sapere che l’incentivo è retroattivo. Può essere applicato sui veicoli acquistati a partire dal 1° gennaio 2022.