Bollette luce e gas: quale fascia oraria è la più economica, non a tutti è noto

Per risparmiare sulle bollette luce e gas si potrebbe prendere in considerazione la tariffa bioraria invece di quella monoraria.

Le bollette luce e gas continuano ad aumentare ma a fine settembre è previsto anche un adeguamento delle tariffe.

bollette luce gas
Canva

Nel 2023 si prevede che le bollette supereranno i 5mila euro a famiglia; aumenti che influenzeranno il portafogli degli italiani. Però gli aumenti non interesseranno solo le famiglie, ma anche sulle imprese.

Bollette luce e gas: quale fascia oraria è la più economica, non a tutti è noto

Per questo motivo è importante risparmiare scegliendo la tariffa più conveniente anche in base alla fascia oraria. Però per le bollette del gas si può scegliere solo tra le aziende che offrono le tariffe più economiche. Invece, riguardo alla bolletta dell’energia elettrica si può considerare anche la fascia oraria.

Infatti, se a molti è noto che le fasce di consumo dell’energia elettrica sono tre (F1, F2 e F3) pochi sanno la differenza che può far variare la bolletta della luce, in positivo o in negativo.

Le tre fasce suddette si differenziano per orario. Infatti, F1 è la fascia oraria dell’ora di punta, quindi dalle ore 8 alle ore 19. La fascia F2, invece, riguarda le ore intermedie e quindi dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 8 e dalle ore 19 alle ore 23. Il sabato dalle ore 7 alle 23. Infine, la F3 è la fascia fuori punta: dalle ore 23 alle ore 7, dal lunedì al sabato ma a tutte le ore la domenica e i giorni festivi.

Però a livello economico e pertanto considerando il risparmio energetico le due fasce da prendere in considerare sono la F1 e la F23. Quest’ultima unisce la fascia F2 con la fascia F3 poiché la differenza dei consumi è poca.

Insomma, il mercato libero, oltre alle offerte monorarie (F0) in cui il prezzo dell’energia è sempre uguale nelle 24 ore, esistono anche le tariffe biorarie. Queste hanno un costo al kWh che considera i consumi effettuati nelle fasce F1 e F23.

Di solito si tratta di tariffe indirizzate a famiglie oppure ad alcune categorie di persone e che oltre all’offerta per energia elettrica include anche quella per il gas. I clienti, in questo modo, possono ottenere enormi vantaggi e sconti o risparmi sulla bolletta di luce e gas.

A chi conviene e come sfruttare i vantaggi della tariffa bioraria

Quindi per risparmiare si potrebbe prendere in considerazione le tariffe biorarie anche se il prezzo dell’energia non è uguale tra la fascia F1 e la fascia F23. La prima, infatti, è la più costosa, la seconda più bassa.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per scegliere quale tra le due è più vantaggiosa bisogna considerare come si utilizza l’energia in casa. Quindi, bisogna comprendere quando si consuma più elettricità nell’arco della giornata. Pertanto, conviene maggiormente quando i consumi avvengono di sera o nei giorni festivi. Questa tariffa è ideale per chi lavora tutto il giorno siano coppie, famiglie oppure viva da solo.