Chi percepisce la pensione per lavoratori precoci può lavorare? La risposta è sorprendente

Un lavoro con prestazione occasionale o a chiamata è compatibile con la percezione della pensione per lavoratori precoci?

Il quesito che ci pone una nostra Lettore è il seguente: “Buongiorno, mio marito è andato in pensione con la legge dei precoci e oggi vorrebbe riprendere il lavoro ma solo con prestazioni occasionali o a chiamata. Cosa comporterebbe sulla pensione e potrebbe farlo senza incorrere a sanzioni? Grazie per la risposta.“

lavoratori-precoci
Adobe stock

Percepire la pensione per lavoratori precoci al ricorrere di determinate condizioni consente ugualmente di lavorare, anche fornendo prestazioni occasionali e non continuative nel tempo oppure vi è un divieto assoluto? Sciogliamo i dubbi su questo tema, approfondendo le questioni principali.

Che cos’è la pensione per lavoratori precoci?

Il trattamento pensionistico per lavoratori precoci è una prestazione di natura economica a cui hanno diritto i lavoratori che non solo vantano 12 mesi di contribuzione effettiva prima di aver compiuto i 19 anni di età (cosiddetti lavoratori precoci) ma che completeranno entro il 31 dicembre 2026 41 anni di contribuzione (cosiddetta Quota 41).

Inoltre, i suddetti lavoratori devono trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • invalidità non inferiore al 74% accertata dalle commissioni mediche competenti
  • stato di disoccupazione;
  • al momento della richiesta devono assistere da almeno sei mesi il coniuge o comunque un familiare convivente portatore di handicap secondo quanto previsto dalla Legge n. 104/1992;
  • hanno svolto lavori usuranti per almeno 7 degli ultimi 10 anni.

È considerato usurante:

  • lavorare nell’industria estrattiva;
  • condurre gru per la perforazione nelle costruzioni;
  • lavorare pelli e di pellicce;
  • condurre convogli ferroviari e camion;
  • lavorare come infermiere in ospedale;
  • lavorare come assistente personale di persone non autosufficienti;
  • insegnare nella scuola dell’infanzia e negli asili nido;
  • lavorare come facchini e come addetti allo spostamento delle merci;
  • occuparsi dei servizi di pulizia;
  • occuparsi dei rifiuti urbani;
  • lavorare nei settori dell’agricoltura e della pesca;
  • lavorare nel settore siderurgico.

Pensione per lavoratori precoci: incumulabilità e incompatibilità

La pensione anticipata per i lavoratori precoci, dal momento della sua decorrenza non è cumulabile con redditi derivanti da lavoro subordinato o lavoro autonomo prodotti in Italia oppure all’estero.

Dunque i lavoratori precoci che sfruttano il prepensionamento con 41 anni di contributi versati non possono svolgere alcuna attività lavorativa per un periodo temporale massimo di un anno e dieci mesi dal momento del pensionamento, a pena di vedersi sospesa l’elargizione della pensione ed essere costretti a restituire tutti i ratei percepiti.

La risposta alla Lettrice

La nostra Lettrice ci chiede se rischia di subire sanzioni il marito che è andato in pensione con la legge sui lavoratori precoci e che oggi vorrebbe riprendere il lavoro, fornendo con prestazioni occasionali o a chiamata.

Per quanto riguarda il pensionamento per lavoratori precoci vi è un divieto di cumulo con redditi derivanti da lavoro, sia subordinato che autonomo, che tuttavia ha un perimetro temporale di applicazione abbastanza ristretto e che corrisponde alla differenza tra l’anzianità contributiva con i requisiti ordinari e l’anzianità contributiva posseduta al momento del pensionamento anticipato.

Dunque un lavoratore che consegue la pensione con 41 anni di contributi non potrà lavorare per un anno e 10 mesi dal pensionamento cioè sino al perfezionamento (virtuale) di 42 anni e 10 mesi di contributi.

Quindi se il marito della nostra Lettrice è andato in pensione più di un anno e 10 mesi fa può già effettuare prestazioni lavorative.

In caso contrario, per poter lavorare dovrà attendere che trascorra questo lasso di tempo di un anno e 10 mesi da quando è andato anticipatamente in pensione per non incorrere in sanzioni.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.