Operatore di sportello e postini, candidatura aperta a tutti: non ci sono limiti d’età e di posti

Poste Italiane, ancora una volta, ha bisogno di nuove unità nei ruoli di operatore di sportello e postini per i prossimi mesi.

Nuove posizioni aperte con Poste Italiane: questa volta la società ha bisogno di candidati per la mansione di portalettere e di operatore di sportello. Tuttavia, è sempre possibile candidarsi anche per altri ruoli.

Operatore di sportello e postini, candidatura aperta a tutti: non ci sono limiti d'età e di posti
Foto Canva

Periodicamente Poste Italiane lancia delle offerte di lavoro e si può dire quasi che lo faccia ogni mese dell’anno. Ovviamente, una realtà del genere diventa quasi un porto sicuro per chi vuole fare il suo esordio nel mondo lavorativo oppure per chi ha intenzione di cambiare. L’aspetto positivo di questo gruppo è che raramente chiede ai suoi candidati dei requisiti formativi specifici. Inoltre, nonostante prediliga la fascia giovanile, è aperto anche a candidati un po’ di adulti.

Ma ritornando alle due offerta di lavoro, Poste Italiane sta cercando del nuovo personale da impiegare presso vari uffici dell’Italia. Infatti, entrambi i ruoli sono richiesti nelle diverse sedi dell’azienda e sarà questa a decidere dove collocare gli assunti. Ovviamente, tenendo conto delle sue esigenze lavorative. Tuttavia, i candidati potranno scegliere una sola aree di preferenza. Le due offerte di lavoro si differenziano per i requisiti richiesti e per i contratti di lavoro proposti. Ad esempio, per il postino è previsto un contratto a tempo determinato che sarà poi chiarito dallo stesso gruppo. Diverso, invece, è il discorso per gli operatori di sportello. Per un simile ruolo è previsto un contratto a tempo indeterminato con orario part time oppure full time.

Conoscendo meglio le mansioni, sappiamo che il postino dovrà occuparsi della ricezione di tutte le tipologie di spedizioni gestite da Poste Italiane. L’operatore di sportello, invece, promuove e vende prodotti e servizi del gruppo. Inoltre, aiuta la clientela cercando di renderla fedele al marchio e si occupa dell’applicazione delle procedure amministrative e operative. Intanto, vogliamo segnalare anche la possibilità di guadagnare quasi 1.200 euro al mese per seguire un corso con il posto assicurato. Altrettanto interessante è la notizie riguardante il TRF: quali sono le novità che modificano la liquidazione. Detto questo, possiamo concentrarci completamente sulle due proposte di lavoro.

I requisiti previsti per ogni figura: cosa bisogna possedere per essere portalettere ed operatore di sportello

Prima di entrare nel vivo del discorso rivolto ai requisiti, ci teniamo a sottolineare che non sono stati riportati dei limiti d’età o di posti per entrambe le mansioni. Questo, almeno, è quanto si evince dalla pagina dedicata alle carriere di Poste Italiane. In seguito, sarà il gruppo a decidere per entrambi i casi.

Per lavorare come portalettere, o come più comunemente noto postino, è possibile farlo possedendo anche la sola licenza media. Fondamentale è la patente di guida, per guidare un motomezzo 125 cc, ed il patentino che attesti la conoscenza del bilinguismo per la Povincia di Bolzano. Invece, per la mansione di operatore di sportello, è richiesto il diploma di scuola superiore. Ma non basta perché i candidati, per essere presi in considerazione, devono avere almeno un voto minimo di 70 su 100 o di 42 su 60. Possono partecipare alla selezione e quindi candidarsi per la suddetta mansione anche chi possiede uno o più diplomi di laurea.

Cosa posso fare per candidarmi alle due offerte di lavoro di Poste Italiane?

Candidarsi per queste o altre posizioni aperte del gruppo di Poste Italiane è davvero molto semplice. Tutto quello che bisogna fare è recarsi alla pagina dedicata alle carriere. Una volta dentro, bisognerà cercare le due proposte di lavoro in base alle proprie competenze. Trovate, ognuna di essere presenterà una scheda introduttiva con tutte le informazioni da sapere anche in base alla selezione. Infondo alla suddetta scheda sarà presente il tasto “Invia candidatura ora”. Dopo averci cliccato sopra, il gioco è fatto.

Infine, è doveroso conoscere anche il tempo entro cui sarà possibile inviare la candidatura perché non è prevista un’unica data di scadenza per le due offerte. Per la mansione di postino c’è tempo fino alle ore 23:59 del 3 luglio 2022. Invece, per il ruolo di operatore di sportello ci si deve affrettare. Infatti, gli interessati possono candidarsi entro le ore 23:59 del 26 giugno.