Tracce esame di Maturità 2022: ipotesi e la ‘stanza segreta’ che decide il futuro degli alunni

Chi l’avrebbe mai detto, ma esiste una stanza apposita dove si lavora per la realizzazione di tutte le tracce della prima prova.

La scoperta di una simile stanza è stata resa possibile proprio grazie ad un video realizzato dal MIUR e caricato sulla propria pagina ufficiale di YouTube. Un simpatico modo per scoprire come le tracce vengono create ed inviate.

Curiosità sulla prima prova della Maturità: da dove provengono e come arrivano sui banchi degli studenti?
Canva

Come sappiamo, la settimana prossima inizia il tanto temuto esame di Maturità. Proprio come gli altri anni, da quando ormai la pandemia convive con noi, anche quest’anno l’esame ha subito ulteriori modifiche. Ritornano le prove scritte, abolite negli anni precedenti, e con essere resta il colloquio orale. Ovviamente, c’è da comprendere come gli studenti abbiano più di un dubbio in merito a un simile evento. E, spesso, hanno cercato di far sentire la loro voce sottolineando proprio come gli stessi vengano non da uno, ma da ben 3 anni rinchiusi in casa con la DAD. Insomma, gli studenti hanno gridato a gran voce il loro disagio e la loro scarsa preparazione nell’affrontare un esame del genere.

Una preparazione fortemente condizionata dai disagi imposti dalla DAD. Tuttavia, il Ministro Patrizio Bianchi si è mostrato fiducioso e ha imposto anche le tracce scritte ritenendo come tutti possano tranquillamente svolgere l’esame. Insomma, ormai è fatta ed il 22 giugno2022 sarà la data di inizio di questo nuovo esame dal dubbio esito. Chi avrà ragione? I ragazzi oppure il ministero? Detto questo, segnaliamo due novità inerenti proprio al mondo della scuola. In primis, sottolineiamo come l’indennità sostitutiva delle ferie può essere goduta anche dal precario che non ne ha fatto richiesta. La seconda notizia, invece, riguarda la legge 104 nel comparto scolastico e che importanza ha la stessa in caso di bocciatura. Ebbene, dopo questa piccola parentesi passiamo a come viene realizzata la prima prova d’esame.

Il laboratorio segreto da dove nasce la prima prova d’esame inviata a tutti gli studenti d’Italia

Come detto prima, è stato lo stesso MIUR a concedere a chiunque di poter scoprire il laboratorio, o stanza segreta, in cui vengono ideate delle ipotesi di prima traccia. Ovviamente, si tratta di un lavoro che dura parecchi mesi e che precede di tanto la data della prima prova. All’interno di questo laboratorio degli esami di stato, è possibile trovare anche tutte le tracce degli anni passati, conservarti in determinati registri cartacei.

Qui, ogni plico è classificato in base agli anni. Per quanto riguarda le recenti tracce della prima prova, e non solo, queste vengono custodite in un plico telematico fino al giorno della prova. Dal computer che possiede il suddetto plico, vengono poi inviate le tracce a tutte le scuole d’Italia per via telematica. Nonostante sia tutto digitalizzato, si preferisce comunque replicare delle copie da conservare in plichi cartacei.

22 giugno 2022 e le tipologie A, B e C: cosa sapere

Come sappiamo, la prima prova è quella di carattere nazionale. Stiamo parlando della prova di italiano uguale per tutte le scuole a prescindere dagli indirizzi scolastici. Essa si presenta attraverso tre tipologie e in tutto si arriva a ben 7 tracce proposte. La tipologia A permette al ragazzo di affrontare l’analisi del testo scegliendo tra 2 tracce. La tipologia B, invece, concede agli studenti di cimentarsi in un terso argomentativo scegliendo tra 3 tracce. E, infine, la tipologia C prevede il tema di attualità con 2 tracce.

Come sappiamo, con la tipologia A in un certo senso si va sul sicuro perché viene chiesto ai ragazzi di comprendere, analizzare ed interpretare un testo in prosa o in versi. La prima fase è composta da una sorta di riassunto breve, la seconda, invece, da domande relative allo stile oppure all’aspetto narrativo o formale del testo. La terza fase consente allo studente di realizzare una riflessione propria sul tema principale del testo, potendo creare anche una sorta di parallelismo con altri autori.

Per quanto riguarda la tipologia B, gli studenti dovranno creare un elaborato con una tesi in merito a diverse tipologie di testo. Pertanto, si possono presentare quel giorni testi di respiro letterario, artistico, economico, sociale, storico, filosofico, scientifico e tecnologico. Infine, la tipologia C è il classico tema di attualità che si basa su eventi vicini ai ragazzi. In tal caso, è bene essere informati sugli ultimi accadimenti nazionali e non.