TFS: pagamenti in ritardo per questo motivo, ma non tutti lo sanno

Il TFS (Trattamento di fine servizio) spetta ai dipendenti pubblici che terminano di lavorare per una pubblica amministrazione.

Può essere considerata una indennità di buonuscita anticipata che ricevono in tre rate e in tempi diversi in base alla cessazione del rapporto di lavoro.

tfs
Foto Canva

Per rendere più semplice la richiesta è stata istituita una piattaforma online per velocizzare la richiesta.

TFS: pagamenti in ritardo per questo motivo, ma non tutti lo sanno

I tempi di attesa per ricevere il TFS sono molto lunghi. Due sono le cause. La prima è la legge che stabilisce, in base del motivo in cui si esce dal mondo del lavoro, le tempistiche per l’erogazione del TFS. La seconda causa sono i cosiddetti tempi tecnici per il disbrigo della pratica INPS. Ma spesso il ritardo può dipendere da altro.

A tal proposito, molti Lettori hanno inviato messaggi in Redazione chiedendo un aiuto per capire i motivi del ritardo trascorsi i termini di legge.

Gli Esperti di InformazioneOggi hanno scoperto che i pagamenti per l’erogazione del TSF potevano essere in ritardo per questo motivo. La mancata indicazione del l’IBAN nel Sistema unico gestione IBAN, ovvero il SUGI.

Come si può dedurre in molti non ne erano a conoscenza.

Ed è proprio l’INPS con il messaggio numero 773 del 16 febbraio a comunicare questo nuovo servizio online.  In effetti, nella circolare si legge che dal 21 febbraio 2022 l’INPS avrebbe lanciato un nuovo servizio denominato “Sistema Unico Gestione IBAN” (SUGI). Lo scopo è consentire la lavorazione della pratica TFS (o TFR) e di conseguenza l’erogazione della liquidazione nei tempi previsti.

Ma nonostante le comunicazioni inviate via email o SMS agli ex lavoratori interessati, in molti sono sorpresi dalla novità.

Quindi, in conclusione, coloro che non hanno ancora ricevuto il TFS nei tempi stabiliti devono recarsi presso un patronato per essere aiutati nell’inserimento del proprio IBAN nel nuovo servizio. Ovviamente, possono anche agire in autonomia collegandosi al sito INPS nella sezione “Prestazioni e Servizi” > “Prestazioni” > “SUGI”.