Bollette luce e gas: si pagano a rate fino al 30 giugno, ecco cosa fare

Con il Decreto Energia le bollette luce e gas emesse fino al 30 giugno 2022 avranno una rateizzazione obbligatoria.

La novità è inserita nell’articolo 6 bis del decreto-legge n.21 del 2022, il cosiddetto decreto Energia. Entrato in vigore il 18 maggio proroga di due mesi il pagamento delle bollette non pagate di luce e gas prima di disattivare l’utenza. Con la possibilità per i clienti domestici di ottenere una rateizzazione.

bollette luce e gas
Foto Canva

All’interno dello stesso decreto, in precedenza l’articolo 6 aveva ampliato i beneficiari dei bonus sociali per l’energia elettrica e il gas. La novità riguardava l’ISEE. Infatti, per dare possibilità a più persone di accedere allo sconto in bolletta, è stato alzato il valore della soglia ISEE: da 8.256 a 12mila euro.

Bollette luce e gas: si pagano a rate fino al 30 giugno

I clienti di fornitura domestica di luce e gas in difficoltà a pagare le bollette potranno tirare un sospiro di sollievo. Infatti, il decreto Energia ha prorogato di due mesi il pagamento delle bollette se non pagate in tempo. Per cui la nuova scadenza è il 30 giugno 2022. In precedenza, una delibera ARERA del 30 dicembre 2021 aveva stabilito come termine il 30 aprile 2022.

Inoltre, le fatture emesse dal 1° gennaio al 30 giugno 2022 potranno essere rateizzate concordando le modalità con le società venditrici. Di fatto queste, nella lettera di sollecito al pagamento, dovranno inserire un’offerta di rateizzazione avente le determinate caratteristiche.

Per prima cosa, la prima rata sarà più corposa poiché l’importo dovrà essere del 50% del totale della bolletta. Poi, le restanti rate non potranno avere più 10 bollettini aventi uguale importo. Infine, la periodicità del pagamento deve essere uguale a quella del ricevimento delle bollette. Per esempio, se le bollette arrivano una volta al mese il pagamento avrà una rata mensile. Comunque sia le rate successive non dovranno avere un importo superiore a 50 euro.

Se nel frattempo un utente decide di cambiare fornitore di energia, il piano di rateizzazione resterà comunque efficace anche per il nuovo gestore dei servizi.

Però, il piano di rateizzazione delle bollette luce e gas deve essere espressamente accettato. Perciò, all’interno della lettera di sollecito al pagamento, oltre all’offerta di rateizzazione, ci deve essere anche un termine ultimo entro cui un cliente deve aderire all’offerta.

Poiché la rateizzazione è obbligatoria, l’utente che accetta ma poi non paga le rate potrà essere considerato insolvente. Di conseguenza, la società venditrice di energia potrà procedere alla sospensione dell’utenza.