Forbes ha fatto i conti in tasca a Leo Messi: il guadagno del campione è stratosferico

È “la pulce” più famosa del mondo. Stiamo ovviamente parlando del fuoriclasse argentino Lionel Messi.

In questo articolo cercheremo di raccontare la sua storia calcistica e privata e di capire quali cifre, astronomiche, il giocatore del Paris Saint Germain guadagna.

Leo Messi
Ansa foto

Leo Messi per molti è il più forte calciatore di tutti i tempi. Un’affermazione che come sempre capita in questi casi fa molto discutere, c’è infatti chi gli preferisce Maradona, chi Pelé, chi Ronaldo, chi Di Stefano… Ma di sicuro il talento argentino è nell’Olimpo del football.

Un fisico gracile, sottoposto a molte cure, non gli ha impedito di diventare una leggenda del calcio

Il talento del ragazzo di Rosario era apparso subito cristallino sin da quando era bambino ma a destare dubbi era il suo fisico molto gracile che avrebbe potuto impedirgli di diventare il fenomeno che oggi tutti ammiriamo. Infatti a 11 anni gli venne diagnosticato l’ipopituitarismo, un problema della crescita. Ma i dirigenti del Barcellona hanno sempre creduto in lui, lo hanno portato, con tutta la famiglia, nel capoluogo catalano e lo hanno seguito anche dal punto di vista medico durante tutta l’adolescenza. E ovviamente ci hanno visto molto bene!

La sua carriera è infatti eccezionale. Con la maglia dell’Albiceleste, è stato vice campione del mondo nel 2014 e del Sud America nel 2007, nel 2015 e nel 2016. Finalmente è diventato campione del Sud America nel 2021. A questo va aggiunta la vittoria della medaglia d’oro olimpica ai Giochi di Pechino del 2008.

Di ben altro livello sono le affermazioni con il suo Barcellona stellare (probabilmente una delle migliori squadre di tutti i tempi). Con la maglia catalana, si è aggiudicato 10 campionati spagnoli (nel 2005, 2006, 2009, 2010, 2011, 2013, 2015, 2016, 2018 e 2019), 7 Coppe del Re (nel 2009, 2012, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2021), 8 Supercoppe spagnole (nel 2005, 2006, 2009, 2010, 2011, 2013, 2016 e 2018), 4 UEFA Champions League, 4 Champions League (nel 2006, 2009, 2011, 2015), 3 Supercoppe Uefa (nel 2009, 2011, 2015) e 3 Mondiali per Club (nel 2009, 2011, 2015).

In totale ha messo in bacheca 34 titoli che ne fanno il calciatore più vincente della storia del Barça. Una storia interrotta nel 2021 quando non ha rinnovato con il Barcellona (era arrivato a scadenza di contratto) e firmato con il Paris Saint Germain.

I sette “Palloni d’Oro”, un record difficilmente uguagliabile

Tutte queste vittorie e la quantità di goals fatti in carriera lo hanno portato a vincere per ben 7 volte il prestigioso “Pallone d’Oro”. Per due volte l’Uefa gli ha conferito il titolo di “Best Player in Europe”.

I numeri parlano chiaro finora la “Pulce” ha segnato 758 gol in 957 partite. E’ al 3° posto nella classifica dei marcatori all time, dietro solamente al suo rivale storico Cristiano Ronaldo (785 gol, in 1070 partite) e a Josef Bican (820 gol in 528 partite). Dati che ovviamente sono ancora in evoluzione visto che sia Messi che Ronaldo sono giocatori in attività.

Messi stato capocannoniere della Liga (viene detto “pichichi” ) cinque volte dal 2010 al 2018, ma ha vinto la classifica marcatori anche quattro volte in Coppa del Re, cinque volte in Champions League una volta al Mondiale per Club del 2011. Ha vinto per cinque volte la “Scarpa d’Oro”, di cui una, nel 2011-12, con addirittura 50 reti.

Insomma si parla di numeri davvero stellari che difficilmente potranno essere uguagliati almeno in un prossimo futuro.

Una vita privata molto tranquilla: sposato con Antonella, ha tre figli

Leo è convolato a giuste nozze il 1° luglio 2017 con Antonella Roccuzzo, la sua fidanzata da sempre: si conoscono infatti da quanto avevano 5 anni (è la cugina del suo migliore amico). La sua vita privata è stata sempre molto tranquilla, praticamente senza gossip.

Antonella è figlia di un imprenditore, anche lei è nativa di Rosario, ma dal cognome si capiscono le origini calabresi. I due hanno tre figli: Thiago, Mateo e Ciro.

Ama dormire, ballare la Cumbia e ascoltare Ramazzotti

L’esultanza che fa Messi dopo un goal, vale ad dire con dita e occhi puntati al cielo, rappresenta una dedica alla nonna Celia, morta nel 1998 e che è stata una persona fondamentale nel corso della sua infanzia.

La Pulce ama molto dormire, spesso resta a letto anche per dieci ore. Ama anche la tipica “siesta” del primo pomeriggio.

A differenza di quanto molti credono, non è stato Maradona, il suo idolo quando era bambino. La “pulce” invece amava Pablo Aimar, centrocampista argentino che ha militato nel Valencia.

La Cumbia, un sound tipicamente sudamericano che ricorda la salsa, è il suo genere musicale preferito. E’ un fan de “La Banda del Tigre Ariel”; tra i cantanti che ama di più c’è anche il nostro Eros Ramazzotti.

I guadagni stratosferici certificati anche da “Forbes”

Secondo la prestigiosa rivista economica “Forbes”, il calciatore argentino guadagna 45 milioni di euro fuori dal campo. “Forbes” in un articolo riporta anche che Messi guadagni 62 milioni di euro in campo, vale a dire il più alto guadagno del mondo del football.

La maggior parte delle entrate di Messi deriva dal suo contratto con il PSG, dove si è trasferito la scorsa estate. Ha infatti un contratto da 35 milioni di euro più bonus provenienti dallo sfruttamento commerciale dei diritti di immagine. Insomma la “Pulce” è stellare sia in campo che in banca!