Installare i pannelli solari non solo per risparmiare sulla bolletta ma anche per guadagnare: il metodo che permette di farlo

Negli ultimi mesi a causa dell’aumento di luce e gas in molti installano pannelli solari per risparmiare sulle bollette.

Il 2022 è proprio il momento giusto per la svolta delle energie rinnovabili fino a pochi mesi fa non considerati convenienti per l’alto costo dei generatori per fotovoltaico. Attualmente invece i prezzi sono sorprendenti perché legati alle diverse tipologie e dalla soddisfazione di esigenze diverse.

pannelli solari
Unsplash

Quindi nel tempo un impianto di pannelli solari non solo permette di risparmiare ma anche di guadagnare rivendendo al Gestore dei servizi energetici (GSE) l’energia prodotta in più.

A tal proposto è arrivato un quesito di un Lettore agli Esperti di InformazioneOggi: “Buonasera. Volevo qualche delucidazione circa i pannelli solari. In breve, io e il mio fidanzato vorremmo investire intorno ai 100.000 euro in pannelli solari in Sicilia per poi vendere l’energia ai vari comuni, è possibile? Abbiamo l’opportunità di ricevere qualche agevolazione o contributo dallo Stato? Di che genere? Che tempo abbiamo ancora per fare la richiesta? Grazie mille”.

Pannelli solari: guadagnare vendendo l’energia accumulata è possibile, ecco come

Un aspetto da considerare è l’autoconsumo che potrebbe essere una fonte di risparmio interessante. Consiste nel consumare l’energia elettrica prodotta dai pannelli solari nella propria abitazione negli orari in cui se ne produce di più senza prelievi sulla rete con una conseguente riduzione della bolletta. In seguito, poi il Gestore dei servizi energetici (GSE) acquista l’elettricità non consumata offrendo una tariffa agevolata. Investire in questa tipologia di impianto è conveniente perché si tratta di un investimento a lungo termine che però ripagherà in buona parte le spese di installazione effettuate.

Inoltre, grazie al bonus pannelli solari, che permette si installare un impianto fotovoltaico sugli edifici rispettando determinati criteri e l’aspetto estetico, è possibile risparmiare sulle bollette. Quindi chi vuole beneficiarne non dovrebbe lasciarsi sfuggire questa opportunità. Si tratta di misure già conosciute come il Superbonus 110% e il bonus ristrutturazioni con detrazione del 50%.

In pratica, se si spendono 10mila euro complessivi per l’istallazione dell’impianto, la metà di questi torneranno indietro in 10 anni con un credito d’imposta pari a 500 euro annui. L’altra meta invece grazie all’autoconsumo nel giro di 4 o 6 anni. Considerando che la durata dell’impianto è di circa 20 anni il risparmio sarà ancora più evidente.

Pompe di calore e accumulo

Si ricorda che mentre il solo impianto fotovoltaico ha un’agevolazione del 50%, i lavori per il miglioramento dell’efficienza energetica prevede una del 65%. In quest’ultimo caso, ad esempio, rientrano le pompe di calore. Questi sono sistemi efficienti con un ridotto consumo di gas.

Anche l’accumulo, ovvero lo stoccaggio di energia può essere un’alternativa al risparmio sulle bollette. L’accumulo potrebbe essere utile per chi utilizza l’energia nelle fasce serali o notturne, comunque al di fuori degli orari di maggiore produzione dell’impianto. La combinazione migliore sarebbe installare tutti e tre gli impianti ma i costi iniziali sicuramente saranno molto elevati.

Investire nei pannelli solari

Insomma, investire nei pannelli solari diventerà sempre di più vantaggioso e conveniente grazie anche alla nascita di Comunità energetiche rinnovabili e grazie incentivi e bonus che il Governo stanzierà nei prossimi mesi.

Infine, in riferimento alla vendita dell’energia prodotta ai Comuni, è necessario verificare se il Comune di appartenenza abbia emanato delle circolari che prevedano tale possibilità. Al momento non ci risulta nulla del genere.

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, scrivici tramite il modulo sotto

Il Form sottostante può essere utilizzato da tutti in modo gratuito per dubbi o quesiti da inoltrare alla “Posta di www.informazioneoggi.it. La redazione si avvale di Esperti in materia fiscale e previdenziale.
Ogni giorno la redazione seleziona, tra i quesiti pervenuti, quelli di maggiore interesse, da pubblicare con la risoluzione. I quesiti saranno elaborati considerando la normativa vigente.
La “Posta di www.informazioneoggi.it è uno strumento finalizzato ad aiutare il contribuente a districarsi nella grande giungla normativa.
Ricordiamo che non sostituisce gli strumenti dell’Agenzia delle Entrate, dell’INPS, dell’INAIL e di tutti gli enti, atti ad un’assistenza a favore del contribuente.
Inoltre, si raccomanda di consultare le “regole della posta” prima di inviare il quesito.



    Impostazioni privacy