Lavorare con gli animali e guadagnare bene, nuovo concorso anche per le categorie protette

Tutti coloro che desiderano lavorare con e per gli animali devono affrettarsi: la data di scadenza per candidarsi al lavoro dei sogni è davvero vicina!

Finalmente arriva anche la possibilità di lavorare per la tutela ed il benessere del mondo degli animali. Una possibilità che coniuga l’amore per queste splendide creature e l’esigenza di guadagnare anche qualcosa.

Lavorare con gli animali
Adobe Stock

Per essere più chiari, stiamo parlando del recente bando di concorso pubblicato sul numero 30 della Gazzetta Ufficiale lo scorso 15 aprile. Il mittente del bando è l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri di Roma. Si tratta, dunque, di una procedura di selezione pubblica che permette a 16 candidati di lavorare per gli animali. Inoltre, è previsto un contratto a tempo indeterminato ed è indirizzato agli operatori tecnici appartenenti alla categoria B. Altra cosa da sottolineare è che 4 dei 16 posti poco prima menzionati sono riservati a coloro che fanno parte delle categorie protette.

Ma vi sono anche altre offerte di lavoro che meritano la stessa attenzione. Ad esempio, tutti gli appassionati di moto possono lavorare per la Ducati oppure provare i tirocini che la stessa offre. Allo stesso tempo, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha reso noto il progetto di una maxi assunzione prevista nella zona portuale di Venezia e non solo. Insomma, c’è un’ampia vastità di scelta tra le proposte di lavoro qui presenti. Ma per il momento occupiamoci di quella recentemente bandito sulla Gazzetta Ufficiale.

I requisiti fondamentali per lavorare a servizio degli animali

Ovviamente, è richiesta la cittadinanza italiana oppure quella di uno degli stati che fanno parte dell’Unione Europea. Altro requisito fondamentale è la giusta idoneità fisica per un ruolo del genere e non sono previsti limiti di età. Su questo aspetto anche il bando è poco chiaro. Comunque sia, non possono partecipare al concorso coloro che sono stati esclusi dall’elettorato attivo. Ma anche coloro che sono stati destituiti o licenziati presso un precedente pubblico impiego. L’unico requisito di tipo formativo richiesto è che i candidati siano in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Le prove previste

In sostanza, per poter lavorare nell’ente che si dedica agli animali, sono previste tre prove. La prima è di tipo preselettiva, la seconda è di tipo teorico-pratica e la terza è di tipo orale. La prova di tipo preselettiva sarà organizzata soltanto qualora il numero delle domande risulti essere piuttosto cospicuo. Questa si presenterà come un test con domande a risposta multipla sulle stesse materie previste nella prova teorico-pratica. Anche quest’ultima si presenta come un test a risposta multipla che verte sulle seguenti materie.

Parliamo di nozioni elementari di scienze naturali e conoscenza elementare dei più comuni sistemi informatici. Inoltre, i candidati dovranno anche conoscere la normativa, organizzazione e compiti degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali. La seconda prova, quella orale, chiederà ai candidati di tradurre ed interpretare un testo in lingua inglese di livello elementare.

Come posso candidarmi per l’offerta di lavoro?

Ci sono due possibilità per inviare le domande di candidatura. La prima è di tipo telematica e prevede il possedimento di una PEC, ovvero di una posta elettronica certificata. La candidatura telematica tramite mail dovrà essere inviata presso l’indirizzo selezione.personale.izslt@legalmail.it. La seconda modalità, invece, è quella di tipo fisica. La candidatura potrà essere presentata personalmente presso l’ufficio protocollo dell’Istituto, dal lunedì al venerdì. L’orario preso in considerazione è fra le ore 08:30 e le ore 12:30. In entrambi i casi, c’è tempo fino al 30 aprile prossimo per candidarsi.

Per avere maggiori informazioni, anche sulla compilazione della domanda, è possibile leggere il bando di concorso. Il testo è disponibile nella pagina https://www.izslt.it/selezioni-e-concorsi/. Tutto quello che c’è da fare è semplicemente scorrere in basso fino a che non appare il box “Comparto”. Arrivati a questo punto, bisogna cliccare sulla dicitura “Operatore Tecnico Cat.B”. Oppure, si può anche telefonare al numero 06/79099418, che sarebbe il contatto dell’unità operativa risorse umane e affari legali dell’istituto.