Conti correnti, ok del Garante: partono i nuovi controlli del fisco

Conti correnti, stanno per iniziare dei nuovi controlli sui conti correnti da parte del fisco italiano, dopo l’autorizzazione concessa dal garante. 

Non tutti i contribuenti sono a conoscenza del fatto che negli ultimi mesi, il fisco italiano ha subito dei cambiamenti importanti.

Sono stati infatti predisposti dei nuovi strumenti che gli permettono di avere un maggiore controllo sui conti correnti dei cittadini. Si tratta oltretutto di un cambiamento storico. Non era mai successo infatti che l’Agenzia delle Entrate avesse questo tipo di potere in precedenza. 

Di recente infatti, è arrivata l’ok da parte del Garante della Privacy che legittima l’operato del fisco. Lo stato è libero di chiedere o tenere informazioni sui conti correnti in un modo che prima non era possibile. Prerogative che sono negate al creditore. Questi infatti non ha alcun tipo di autorità per ottenere alcuni dati e dovrà sempre rivolgersi a un giudice. In molti sono spaventati da questa deriva, che potrebbe portare a un “controllo alla cinese” nel lungo termine.

Queste innovazioni appena introdotte, stanno oltretutto ormai per trovare la loro prima applicazione pratica. 

Conti correnti, stanno per partire i nuovi controlli: l’Agenzia delle Entrate utilizzerà un’intelligenza artificiale

A breve infatti, inizieranno i nuovi controllo dell’Agenzia delle Entrate. Questi verranno per la prima svolti mediante l’utilizzo di un’intelligenza artificiale. Questi controlli fiscali sono conosciuti come “predittivi” e anche questi sono stati autorizzati dal Garante della Privacy. L’ente ha infatti dato autorizzazione per il trattamento dei dati sensibili necessari ai controlli. Per proteggere la privacy dei cittadini, l’Agenzia delle Entrate garantirà un sistema di pseudonimizzazione delle persone.

La loro identità, cioè, resterà comunque nascosta durante le verifiche. Per quanto invece riguarda il sistema e gli algoritmi con cui si condurrà la lotta agli evasori fiscali, ci sono delle novità. Il quotidiano economico Italia Oggi riporta infatti come avverrà questo utilizzo massivo di nuove tecnologie da parte dell’Agenzia delle Entrate. Scrive infatti il giornale che  l’Agenzia delle Entrate, anche previa pseudonimizzazione dei dati personali, “si avvale delle tecnologie, delle elaborazioni e delle interconnessioni con le altre banche dati di cui dispone”.

Impostazioni privacy