Venerdì 25 febbraio è meglio non muoversi di casa: ecco perché

Molti disagi sono in vista per chi si deve spostare il prossimo venerdì 25 febbraio 2022. Ecco la mappa dei disservizi. 

Venerdì 25 febbraio

Sono stati indetti diversi scioperi sul fronte del Trasporto Pubblico, da Nord a Sud Italia. Dunque, chi deve prendere un bus, il treno o la Metro per spostarsi dovrà organizzarsi per evitare contrattempi. Nello specifico, lo sciopero inizia alla mezzanotte del 25 febbraio e proseguirà per 24 ore. Sono previste delle “finestre” di servizio per permettere ai lavoratori e studenti di usufruire comunque di mezzi pubblici per spostarsi. Lo sciopero è stato indetto a livello nazionale, quindi oltre alle grandi città potranno verificarsi disagi ovunque.

Le motivazioni dello sciopero riguardano la contestazione di alcuni diritti fondamentali dei lavoratori del settore ed è stato indetto dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa, Cisal, Ugl.

Sciopero dei trasporti venerdì 25 febbraio, la mappa e gli orari

Entrando un po’ più nello specifico, andiamo a verificare quali saranno i servizi garantiti e quali no nelle principali città italiane.

Roma

Come comunicano da Roma Atac e RomaTPL, “per il giorno 25 febbraio 2022 non verrà garantito il servizio sull’intera rete dalle ore 8.30 alle ore 17.00 e dalle ore 20.00 fino al termine del servizio diurno. Non verranno garantite le linee diurne che hanno corse programmate oltre le ore 24.00 e le corse notturne delle linee 38-44-61-86-170-246-301-451-664-881-916-980 e delle linee 314-404-444 della società RomaTpl“. Fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.00 comunque, i pendolari e chiunque voglia usufruire dei trasporti avrà la possibilità di farlo.

Atac, sempre in un comunicato, specifica che: “Durante le sciopero, nelle stazioni della rete metroferroviaria che resteranno, eventualmente aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, ascensori e montascale. Durante lo sciopero non garantito il servizio delle biglietterie; i parcheggi di interscambio restano aperti. Il servizio delle biglietterie on-line non subirà alcuna interruzione”.

Milano

A Milano, sebbene verranno garantite le regolari funzionalità dei trasporti nelle fasce orarie 6-9 e 18-21, ci saranno molti disagi in tutto il comparto bus, metro e tram, compresa anche la funicolare Como/Brunate. Più nello specifico, ecco le linee coinvolte nello sciopero.

“Milano Centrale/Milano Porta Garibaldi – Malpensa; Milano Cadorna – Malpensa; Brescia – Iseo – Edolo; Milano – Saronno – Como; Milano – Seveso – Canzo/Asso; Milano – Saronno-Novara N.; Milano – Saronno – Varese – Laveno Nord; ”S50” Malpensa – Bellinzona; “S1” Saronno – Milano Passante – Lodi; “S2” Mariano Comense – Milano Passante – Milano Rogoredo; “S4” Camnago Lentate – Milano Cadorna; “S9” Saronno – Seregno – Milano – Albairate; “S13” Milano Bovisa – Pavia”.

Napoli

Da Napoli, che aderisce allo sciopero delle 24 ore, sappiamo che sarà comunque garantito il servizio negli orari 5.30-8.30 e 17.00-20.00.

Torino

La società Gtt ha emanato un comunicato, in cui specifica quali saranno le linee interessate dallo sciopero e quali invece le fasce di garanzia. Queste saranno attive dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 12.00 alle 15.00. Nella comunicazione di Gtt, si specificano anche le garanzie per il servizio ferroviario sfmA – Venaria-Aeroporto-Ceres, cioè dall’inizio del servizio fino alle 8.00 e dalle 14.30 alle 17.30. Per quanto riguarda invece il servizio ferroviario sfm1 – Rivarolo-Chieri si potrà usufruire del servizio dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

Lascia un commento


Impostazioni privacy