Adesso le Forze dell’Ordine ‘ricattano’ i cittadini tramite email, cosa sta succedendo in tutta Italia

Arrivano preoccupanti segnalazioni da parte di numerosi cittadini che si sono visti “ricattare” dalle Forze dell’Ordine via email.

L’ultima allerta divulgata dalle Autorità sta gettando nel panico tantissime persone: molti stanno ricevendo email con intimidazioni da parte della polizia, ed è caos.

truffa forze dell'ordine via email
Attenzione agli avvisi che arrivano dalle Forze dell’Ordine, è in atto una truffa – InformazioneOggi.it

Si tratta di una truffa ordita molto bene dai cyber criminali, ed è fondamentale capire come non cadere in trappola.

Cos’è la nuova truffa che costringe le persone a cedere a un ricatto, attenzione!

Di recente stanno crescendo le segnalazioni in merito a una email fraudolenta, che sta raggiungendo milioni di italiani.

È la Polizia Postale che allerta i cittadini, invitandoli a non cadere nell’ultima “trovata” dei cyber criminali. Infatti di recente stanno arrivando email che possono causare ampio disagio e imbarazzo, nonché paura, ed è questo che purtroppo fa funzionare la truffa.

La email è in pratica una falsa comunicazione giudiziaria firmata dal “Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza”. Nel testo del messaggio, costruito molto bene perché a una prima occhiata sembra un documento ufficiale, si specifica che è in atto una convocazione del soggetto che ha ricevuto la email da parte della “Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione – Brigata dei Giovani della Repubblica Italiana”. Nella mail sono presenti anche i loghi istituzionali e dell’Agenzia Nazionale per la Cybersicurezza (ACN).

Nel messaggio si accusa il soggetto di essere indagato per reati di “pornografia infantile, pedofilia, esibizionismo e pornografia informatica”, e lo si intima di contattare immediatamente (entro 72 ore) un presunto agente.

Se la vittima cade nella trappola, verrà ulteriormente ricattato e costretto a pagare una cospicua somma di denaro per evitare la condanna.

Ovviamente siamo di fronte a una truffa in piena regola: in primis perché la Polizia non permette a presunti criminali e/o persone indagate di cavarsela pagando una somma di denaro. E poi perché in caso di qualsiasi accusa le Forze dell’Ordine non avvisano via email.

Chi ricevesse questo tipo di messaggi è invitato a non chiamare nessuno dei soggetti indicati nella mail né a cliccare su eventuali link; in caso di dubbio è sempre bene rivolgersi ad una centrale della Polizia per chiedere spiegazioni.

Purtroppo la truffa funziona perché chi riceve il messaggio prova subito ansia e preoccupazione, a maggior ragione se sa di non aver commesso alcun crimine, ma è proprio sulla paura che si basa ed è quindi importante mantenere il controllo. Solamente così ci si può difendere da questi attacchi criminali.

Impostazioni privacy