Le app per controllare le spese dell’auto: le migliori da avere sullo smartphone

La tecnologia aiuta a gestire le spese dell’auto, attraverso app ad hoc gratuite e dall’interfaccia semplice. Tutti i motivi per installarne una.

Mano che tiene cellulare
Le app migliori per controllare le spese dell’auto, scopri i vantaggi (Pixabay)

Avere un’automobile comporta sempre una lista più o meno estesa di costi. Non soltanto quelli di acquisto, ma anche quelli relative al carburante, all’assicurazione, alle tasse e pedaggi ed alle operazioni di manutenzione e riparazione.

Oggi, grazie alla tecnologia e ad app ad hoc, è possibile tenere traccia di tutte queste voci di spesa dell’auto. Il mondo delle applicazioni per cellulare è davvero vasto e include infatti anche le app, per controllare i costi della macchina.

Ma quali sono le migliori del 2024? Quali quelle più aggiornate e utili? Ecco una utile panoramica.

Perché è importante controllare le spese dell’auto?

Se sei un’automobilista che usa spesso la macchina per andare al lavoro, portare a scuola i figli o per fare viaggi di piacere con marito o moglie, sicuramente sarai obbligato a sostenere spese periodiche e non rinviabili. Invece se usi la vettura sporadicamente, o quasi mai, forse non avvertirai la necessità di dotarti di un’app ad hoc.

In generale, tener conto delle spese dell’auto è essenziale per la gestione del budget personale e familiare, evitando imprevisti finanziari e potenziali difficoltà nella gestione del bilancio mensile.

Al contempo prendere appunti delle spese dell’auto serve ad identificare e ridurre eventuali costi superflui (come ad es. assicurazioni costose o manutenzioni del meccanico non urgenti), per valutare l’efficienza e l’affidabilità del veicolo nel corso del tempo e a capire se il modello della propria auto, si è rivelato una scelta azzeccata e da rifare in futuro – magari optando per la sua versione aggiornata.

Proprio le app per controllare le spese dell’auto ti permetteranno di avere sempre tutto sotto controllo, in brevissimo tempo e senza doverti appuntare tutto su fogli o file del pc.

Le migliori app per gestire i costi della macchina

Le app oggi presenti negli store del web sono davvero innumerevoli, e ciò vale anche per quelle rivolte alla gestione delle spese dell’auto. Budget disponibile, monitoraggio carburante, assicurazione, tasse e pedaggi e non solo: i dati saranno raccolti ed organizzati da un’app come Drivvo, soluzione versatile che permette agli utenti di monitorare e registrare i vari costi correlati all’utilizzo della macchina, ma che si distingue anche per l’indicazione di grafici e report utili a sintetizzare l’evoluzione delle uscite nel tempo.

C’è poi l’altrettanto nota Fuelio che, come suggerisce il nome, è un’app per gestire le spese dell’auto specializzata nei carburanti. Gli utenti possono infatti registrare i rifornimenti di benzina, monitorare i consumi, tracciare le spese e ricevere notifiche per il cambio dell’olio e altre attività di manutenzione del mezzo.

Considerando l’altalena dei prezzi dei carburanti, averla sul cellulare potrebbe rivelarsi assai utile per risparmiare qualcosa alla stazione di servizio.

Non dimentichiamo poi ToshI Finance che, oltre a monitorare carte di credito, conti correnti e finanze personali, comprende funzionalità per tenere traccia delle spese dell’auto. Non a caso, i guidatori possono categorizzare e monitorare le spese relative all’auto con altre categorie di spesa.

Tra le altre alternative menzioniamo altresì Fuel Calculator e IlPieno2: La mia auto.

Come scegliere la giusta app

Quali funzionalità sono importanti per te? Quanto sei disposto a spendere? Sono queste le domande che devi porti, per scegliere l’app più adatta per te. Ebbene tieni conto anzitutto che app famose come Drivvo o Fuelio non implicano costi di abbonamento o altre voci di spesa, ma in particolare valuta per quale motivo o motivi installare un prodotto di questo tipo.

Funzionalità specifiche (ad es. dettagli su costi di manutenzione, spese di assicurazione o tasse), possibilità di sincronizzazione e backup, interfaccia più o meno intuitiva, possibilità di personalizzare le categorie di spesa, eventuali report periodici ed analisi specifiche sono solo alcuni degli elementi, che dovrai valutare per scaricare l’una o l’altra app.

Se vuoi andare sul sicuro, puoi puntare sulla popolarissima Drivvo, mentre se ha bisogno di un’app per gestire le spese dell’auto focalizzata sui carburanti, puoi scegliere Fuelio o un’app simile.

In caso di dubbi, dà un’occhiata alle recensioni degli utenti: leggerle sull’app store o su altri siti web ti permetterà di capire quali sono state le esperienze di altri automobilisti, e quali i giudizi espressi in merito a facilità d’uso, affidabilità e funzionalità della singola app.

Consigli per utilizzare le app per la tua auto

Ricorda che l’inserimento di tutte le spese relative all’auto sarà essenziale. Rifornimenti, riparazioni, revisioni, bolli auto e ogni altra spesa correlata all’utilizzo e al mantenimento del veicolo dovrà essere annotata, in modo che l’app per gestire le spese dell’auto ti permetta di capire se stai sforando il tuo budget, e se devi rivedere le tue scelte.

Al contempo se usi una di queste app, farai bene ad impostare mensilmente un budget preciso per le spese dell’auto. Se in un dato periodo hai programmato un grosso investimento, considera di risparmiare su benzina e manutenzione: l’app ti aiuterà ad avere tutte le spese sotto controllo.

Imparare velocemente ad usare le app per gestire le spese dell’auto ti sarà utile per identificare altresì eventuali aree di spesa eccessiva o chance di risparmio. Grazie alla funzione promemoria o notifica dell’app, potrai registrare le spese in modo periodico, ad esempio alla fine di ogni settimana o ogni volta che effettui un rifornimento di carburante.

Inoltre questi prodotti per smartphone permettono di impostare obiettivi di risparmio nel tempo, in modo da monitorare i progressi nel raggiungimento degli stessi.

Utilizzo dell’app e tutela della privacy

Dette app per gestire le spese dell’auto sono generalmente sicure, tuttavia è pur sempre opportuno prestare un minimo di attenzione alla privacy e sicurezza dei dati. Infatti, condividere informazioni finanziarie e dati personali tramite un’app potrebbe implicare il rischio che detti dati siano compromessi, rubati e usati per compiere un reato.

L’uso di password complesse e l’installazione di aggiornamenti regolari dell’app ti permetterà di ridurre i rischi di intrusioni di criminali informatici.

Ecco perché farai sempre bene ad utilizzare solo app affidabili e protette, che adottino misure adeguate per proteggere le informazioni strettamente personali degli utenti.

Lascia un commento


Impostazioni privacy