Bonus Materassi, sapevi che lo paghi la metà? Ecco come funziona e come ottenerlo

Hai necessità di comprare un nuovo materasso per dormire meglio ma non hai budget? Allora puoi approfittare del bonus materassi.

Tra i tanti bonus che esistono, ce n’è uno che permette di acquistare un materasso nuovo, e di risparmiare il 50% della spesa, che verrà detratta dall’IRPEF.

Donna stesa a letto ride con le braccia distese
Col Bonus Materassi si rinnova la camera risparmiando – InformazioneOggi.it

Si tratta di un’occasione da sfruttare al volo, perché si sa, dormire bene significa mantenersi in salute e grazie ai vari tipi di materassi in commercio possiamo scegliere quello più adatto.

È anche vero che comprare un materasso ortopedico, o in memory, a volte costa una piccola fortuna. Se esiste un modo per risparmiare, dunque, meglio non lasciarsela scappare.

Come funziona il bonus materassi e perché conviene usarlo subito

I bonus sono molto utili e come spesso accade a volte finiscono in fretta, o termina il fondo messo a disposizione dal Governo.

Chi ha intenzione di rinnovare la camera da letto e desidera risparmiare può accedere al bonus materassi, che non è un bonus a sé ma è legato al Bonus Mobili ed Elettrodomestici.

Leggi anche: Bonus Mobili ‘doppio’, ecco come risparmiare due volte grazie alle agevolazioni

Come sappiamo, anche per il 2024 si può acceder al Bonus Mobili, che offre una detrazione della spesa sostenuta del 50%, con tetto massimo di 5 mila euro (l’anno scorso il tetto massimo era di 8 mila); chi sta ristrutturando la casa, anche in parte, o chi sta installando i pannelli fotovoltaici, può dunque ottenere anche il bonus mobili ed elettrodomestici.

La bella notizia è che nel bonus rientra anche l’acquisto del materasso. Dunque lo sgravio fiscale del 50% si ottiene non solo acquistando un nuovo materasso, ma anche se si comprova l’effettuazione dei lavori di ristrutturazione; i lavori devono essere già iniziati quando si fa la dichiarazione.

Ricordiamo che  si può usufruire del bonus anche nel caso di interventi nell’immobile non necessariamente importanti, infatti può essere sufficiente – ad esempio – rinnovare il bagno, o come detto poco sopra mettere un pannello fotovoltaico da balcone

La detrazione del bonus mobili 2024 si ottiene come indicato gli anni scorsi, ovvero inserendo gli importi delle spese sostenute per l’acquisto del materasso nella dichiarazione dei redditi, nel modello 730 o in quello persone fisiche, e più precisamente all’interno del “Quadro E – Oneri e spese” .

Un modo per risparmiare anche sul nuovo materasso, il che non guasta visto che oggi i prezzi per acquistare qualsiasi bene o servizio sono aumentati considerevolmente.

2 commenti su “Bonus Materassi, sapevi che lo paghi la metà? Ecco come funziona e come ottenerlo”

  1. Buon giorno, io sono invalido al 100% con legge 104 Art 3 comma 3, posso acquistare una nuova scrivania ed avere accesso al bonus mobili?
    Posso acquistare anche un materasso?
    Ci sono anche altri bonus a cui posso accedere?
    A chi fare richiesta?
    Grazie

    Rispondi

Lascia un commento


Impostazioni privacy