Stufe a pellet e surriscaldamento: come prevenire questo grosso rischio

Ecco come evitare il problema delle stufe a pellet e surriscaldamento. Diamo un’occhiata anche agli altri inconvenienti tipici.

Negli ultimi tempi sempre più persone scelgono, come sistema di riscaldamento domestico, la stufa a pellet. Si tratta di una scelta dettata da esigenze economiche e dalla volontà di optare per un metodo ecologico. Tuttavia, bisogna fare attenzione ad alcuni aspetti che potrebbero determinare il surriscaldamento della stufa.

Stufe a pellet e surriscaldamento
Pulizia costante del dispositivo – Informazioneoggi.it

Optare per una stufa a pellet permette di avere in casa un sistema di riscaldamento di estrema efficacia. Grazie agli incentivi concessi dallo Stato, questo sistema di riscaldamento si sta diffondendo rapidamente. Sempre più persone, infatti, optano per le stufe a pellet. Ma bisogna sapere che, questo sistema ha bisogno di un’adeguata manutenzione, per evitare inconvenienti e rischi anche piuttosto seri.

Stufe a pellet e surriscaldamento: come evitarlo

Sei una stufa a pellet non riscalda adeguatamente vuol dire che c’è qualcosa che non va. Spesso una delle cause principali è un dimensionamento errato della canna fumaria oppure un’installazione non eseguita a regola d’arte.

Per risolvere questo inconveniente bisogna verificare che non ci siano tratti della canna fumaria con pendenza inferiore a 45 gradi. Inoltre, è necessario che ci sia una feritoia verso l’esterno, affinché la stufa possa prelevare l’aria da fuori, nel rispetto delle leggi attualmente in vigore. Infine, occorre controllare che i condotti di collegamento con la stufa non abbiano curve con una pendenza ridotta oppure dei tratti orizzontali.

Altro aspetto da non sottovalutare è la coibentazione della canna fumaria, che permette di ridurre il problema della dispersione di calore.

Affinché una stufa a pellet funzioni al massimo della propria efficienza, occorre controllare periodicamente che non ci siano incrostazioni di fuliggine all’interno della canna fumaria. Per tale ragione, è necessario eseguire interventi di pulizia ordinaria. Così facendo si può ridurre il rischio di un pericoloso aumento della temperatura all’interno del serbatoio.

Per evitare che una stufa a pellet si surriscaldi e che sia in grado di scaldare un ambiente in maniera efficiente è necessario provvedere ad una pulizia costante del dispositivo. Si tratta di un piccolo “sacrificio”, con il quale chi utilizza i termosifoni non deve vivere.

Tuttavia, è un piccolo prezzo da pagare per avere a disposizione un sistema di riscaldamento ecologico che oltre a ridurre l’impatto in bolletta salvaguarda anche il portafoglio.

Lascia un commento


Impostazioni privacy