Albero di giada, tanti benefici ma fai attenzione alle cure invernali, potrebbe andare in sofferenza

L’albero di giada è pianta comune nelle abitazioni, anche per la credenza per cui è portafortuna. Occhio a conservarla bene d’inverno

Tra le piante ornamentali più diffuse nelle abitazioni, una menzione particolare va a favore dell’albero di giada, ovvero quella pianta che prende il nome tecnico di ‘crassula ovata‘. Essa è nota anche per essere considerata pianta del denaro o albero della fortuna. Infatti se è bello da vedere e dà un tocco di estetica in più alla propria abitazione, l’albero di giada porterebbe altresì prosperità e fortuna a chi la conserva con cura, tra le proprie mura.

I benefici dell'albero di giada
I benefici dell’albero di giada vanno protetti d’inverno (Informazione Oggi)

Attenzione dunque ai consigli utili per proteggerla nei mesi invernali, in quanto l’albero di giada è una pianta resistente e robusta e che non richiede molta manutenzione, tuttavia vi sono alcune accortezze che non vanno tralasciate. Scopriamole insieme.

Albero di giada: 3 validi consigli per conservarla con cura nei mesi invernali

Nella stagione invernale l’albero di giada va tenuto alla larga dalle basse temperature. Infatti, pur essendo una pianta grassa, la crassula ovata è assai sensibile agli sbalzi ed ai cambiamenti, in particolare se repentini e/o consistenti. Gli esperti spiegano in particolare che lo shock termico può provocare stress e danni alle cellule all’albero di giada, nuocendo alla sua permanenza nell’abitazione.

L’obiettivo è evitare che la pianta manifesti sintomi di debolezza o malessere quali la caduta delle foglie o la presenza di foglie raggrinzite, ma come fare? Ecco di seguito 3 ‘trucchi’ assai utili per preservare questo portafortuna:

  • l’albero di giada, anche nei mesi invernali, va innaffiato con regolarità al fine di garantirle il giusto apporto di risorse, ma senza esagerare – evitando che le radici marciscano
  • se la pianta è posta tra le mura domestiche, sarà opportuno esporla all’aria esterna per brevi periodi, e gradualmente. L’operazione andrà fatta nelle ore più calde della giornata, in modo da consentire all’albero di giada di abituarsi alla stagione fredda, senza andare incontro ad un deleterio shock termico. Per questa via, le cellule della pianta saranno preservate
  • se la pianta è al di fuori delle mura domestiche, ad es. un terrazzo, potrà resistere alla stagione invernale ma i proprietari dovranno fare attenzione a scegliere un posto illuminato dai raggi solari e senza eccessive correnti d’aria fredda

Applicando questi piccoli trucchi, sarà possibile preservare la salute di una pianta che, come accennato in apertura, è considerata simbolo di prosperità e fortuna un po’ in tutta Italia, ma non solo. In Cina, ad esempio, nella pratica del Feng Shui, un antico sistema cinese di armonizzazione degli ambienti, l’albero di giada ha un ruolo chiave perché viene posizionato in specifiche zone dell’abitazione, onde attirare energia positiva e prosperità. Ma è anche vero che, in quanto pianta, l’albero di giada contribuisce alla purificazione dell’aria grazie al processo di fotosintesi, assorbendo anidride carbonica ed emettendo ossigeno.

Lascia un commento


Impostazioni privacy