Bonus extra per figli fino a 3 anni, ecco la novità che farà felici molte famiglie

La Legge di Bilancio 2024 ha confermato il bonus extra per chi ha figli al di sotto di 3 anni, ed è partito dal 1 gennaio.

Il contributo può arrivare anche oltre i 1500 euro ed è dedicato alle famiglie che hanno figli minori di 3 anni, se affetti da disabilità grave.

come funziona il bonus extra per figli disabili
Per chi ha figli disabili è in arrivo un bonus extra – InformazioneOggi.it

L’aiuto economico va ad accumularsi ad altre prestazioni erogate dall’INPS, come ad esempio l’Assegno Unico e le relative maggiorazioni che sono previste proprio per i figli disabili.

A tal proposito ricordiamo che un soggetto disabile grave, anche raggiunta la maggiore età, avrà sempre diritto all’Assegno Unico, poiché è equiparato a un figlio minorenne. Solo, dal 21esimo anno di età, cessa di essere versata la maggiorazione.

Ma in cosa consiste questo bonus speciale? Andiamo a scoprire a chi è dedicato, come funziona e come fare a richiederlo.

Bonus extra per figli disabili, il rinnovo per il 2024 e tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo detto che il bonus è erogato sotto forma di rimborso minimo di 1500 euro a tutti i genitori che hanno figli minori di 3 anni con grave disabilità accertata.

La buona notizia è che il bonus è erogato a tutti, proprio come l’Assegno Unico, e dunque non serve avere un ISEE basso. Anche se in quest’ultimo caso l’aiuto può arrivare anche a 3 mila euro. Il contributo serve a supportare le famiglie a sopperire alle spese – ad esempio – di professionisti per l’assistenza domiciliare.

Non dimentichiamoci, poi, che questo bonus extra va a sommarsi al bonus asilo nido, un’altra forma di aiuto alle famiglie che permette loro di ottenere sconti sui costi delle iscrizioni.

Passando all’atto pratico, ecco come richiedere e ottenere il bonus per i figli disabili. I genitori, ogni anno, devono interagire con INPS; mostrando le spese sostenute per l’assistenza domiciliare e tutta la documentazione necessaria, otterranno un rimborso.

Il bonus in questione va richiesto alla fine di ogni anno, quindi chi nel 2024 spenderà dei soldi per l’assistenza dovrà poi inviare la richiesta all’Istituto di previdenza entro il 31 dicembre 2024.

Anche se il bonus può essere richiedibile da tutti i nuclei familiari senza ISEE, gli importi variano proprio in base al reddito familiare complessivo. Per il 2023 le cifre stabilite erano:

  • ISEE  fino a 25.000 euro – bonus totale annuo pari a 3.000 euro;
  • ISEE da 25.001 a 40.000 euro – bonus di 2.500 euro;
  • ISEE oltre 40.000 euro – bonus di 1.500 euro.

Probabilmente per il 2024 ci saranno anche aumenti in base al costo della vita anche se al momento non ci sono aggiornamenti da parte dell’INPS.

Lascia un commento


Impostazioni privacy