Come risparmiare sui lavaggi della lavatrice: con questi trucchi si può

L’obiettivo del risparmio può essere centrato conoscendo alcuni trucchi sui lavaggi in lavatrice. Scopriamo quali sono. 

Tra gli elettrodomestici la lavatrice è forse la più utilizzata insieme al forno e quella dai consumi più elevati. Eppure dei trucchi di risparmio esistono e permettono di abbassare i costi anche di 40 euro.

Trucchi del risparmio sulla lavatrice
Trucchi del risparmio sull’uso della lavatrice (Informazioneoggi.it)

Ridurre gli sprechi di energia in casa è possibile. Con alcuni accorgimenti si possono ammortizzare i costi in bolletta. Basterà cambiare abitudini e prestare maggiore attenzione ad alcuni utili trucchi. Frigorifero, lavatrice, asciugacapelli sono tra gli apparecchi che maggiormente hanno effetti negativi in fattura. Bisogna usare i dispositivi in maniera intelligente e associare questi accorgimenti ad altre nuove abitudini in casa. Usare le lampadine a LED, schermare le finestre per aumentare l’isolamento termico, spegnere le luci delle stanze non utilizzate e le lucette rosse dello standby.

Piccoli passi per un risparmio in bolletta importante. Un aiuto importante arriva anche da un corretto uso della lavatrice. La usiamo quasi quotidianamente per avere biancheria pulita ma ciò comporta un notevole consumo di energia. Come ammortizzarlo?

I trucchi per risparmiare sulla lavatrice fino a 40 euro

Il primo trucco è acquistare una lavatrice dalla classe energetica molto alta. Occorre considerare che un apparecchio di classe A +++ consuma in un anno 150 kWh mentre se di classe D arriva ad un consumo di oltre 290 kWh. Si dovrà affrontare una spesa iniziale onerosa, certo, ma la somma si recupererà in poco tempo.

La stima è di un risparmio di 30/40 euro all’anno aumentando la classe energetica ma tutto dipende dal numero dei lavaggi effettuati in dodici mesi. Ci sono altri accorgimenti da mettere in atto non volendo cambiare l’elettrodomestico. L’uso dei sistemi intelligenti, ad esempio, è fondamentale per ammortizzare i costi. Parliamo del dosaggio automatico del detersivo, la connessione da remoto, il rilevamento del carico. Tutti sistemi che ottimizzano il lavaggio riducendo gli sprechi.

Per risparmiare è preferibile usare basse temperature come 30°, riempire con cura il cestello senza superare il carico massimo (si legge sul libretto delle istruzioni perché può variare in base al lavaggio). Per carichi ridotti meglio usare programmi appositi per ridurre i consumi e dunque i costi. Da evitare i programmi troppo lunghi e aggressivi e attenzione agli orari di accensione. Bisogna preferire gli orari in cui il prezzo dell’energia elettrica è inferiore (dalle 19.00 di sera oppure nel weekend).

Provate ad usare ad ogni lavaggio questi accorgimenti e noterete cambiamenti positivi nella bolletta dell’energia elettrica e dell’acqua.

Lascia un commento


Impostazioni privacy